Prime adesioni a Candela in Azione: il consigliere comunale De Vitto passa al partito di Calenda

Eletto nell'unica lista presentata nel 2016 e risultato il secondo più suffragato, il giovane imprenditore precisa: "Questa mia scelta politica non altererà il fine mandato con l’amministrazione Gatta"

Stefano Pennacchio, Giuseppe De Vitto e Nunzio Angiola

Il consigliere comunale di Candela Giuseppe De Vitto passa ad Azione. Eletto nel 2016 nell'unica lista che si era presentata alle elezioni, risultato il secondo più suffragato, e attualmente delegato al Turismo e alla Attività Produttive nell'amministrazione guidata da Nicola Gatta, ha aderito al partito di Carlo Calenda. Il gruppo Candela in Azione, di recente costituzione, è affidato al coordinatore locale Stefano Pennacchio.

“Ho scelto di passare in Azione perché credo fortemente in questo nuovo partito politico e sposo soprattutto l’idea di superare lo scontro ideologico fra i partiti, mettendo al primo posto la politica del fare per favorire il buon governo - ha fatto sapere il giovane consigliere comunale e imprenditore locale - Il mio impegno personale è sempre stato volto a migliorare le condizioni di vita dei cittadini di Candela e sono certo che con questo nuovo progetto politico potremo aggregare molti cittadini che la pensano come noi, ossia che antepongono gli interessi della nostra comunità alle vecchie ideologie di destra e sinistra che francamente hanno poco senso in questo contesto”. 

La politica è una tradizione di famiglia ereditata dallo zio Lorenzo De Vitto, già europarlamentare e assessore della Regione Campania. La sua scelta non modificherà gli assetti e i rapporti al Comune di Candela in una maggioranza priva di opposizione. “Ci tengo a precisare che questa mia scelta politica non altererà il fine mandato con l’amministrazione Gatta in quanto sono abituato a mantenere gli impegni, ma nel frattempo sarò pronto a confrontarmi con gli iscritti e simpatizzanti di Candela in Azione per rilanciare l’attività politica locale affinché la stessa sia sempre più vicina alle esigenze dei cittadini”.

Il neo coordinatore Stefano Pennacchio è certo che "questa scelta avvicinerà molti esponenti politici locali ed altrettanti componenti della società civile" al progetto: "Non potevamo avere riscontro migliore per la nascita di questo partito a Candela".

Soddisfatto per l'adesione di una "persona di qualità che ha dimostrato di tenerci al territorio candelese e non solo" Nunzio Angiola, parlamentare di Azione, che lavora al radicamento del partito sul territorio: "Un bell’affare per il partito Azione, perché Candela è più forte di chi la vuole debole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Blitz antidroga nell'alto Tavoliere: una dozzina di arresti e perquisizioni nell'operazione 'Jolly'

Torna su
FoggiaToday è in caricamento