“Atterrati ad Amendola i primi due cacciabombardieri F-35”

Preoccupati dalla notizia l’Ambasciata di pace, il comitato provinciale dell’Arci e il circolo ‘Gaia’ di Legambiente, oltre ai Verdi, Ambiente e Società: “F35, gli aerei invisibili che si vedono benissimo”

I caccia F-35

All’aeroporto di Amendola, sede del 32° Stormo, sono atterrati i primi due cacciabombardieri F-35, costati allo Stato 100 milioni di euro ciascuno. “Si tratta delle armi più costose di sempre. Tutto si è svolto in gran segreto, senza cerimonie ‘ufficiali’, per evitare contestazioni” affermano l’Ambasciata di pace, il comitato provinciale dell’Arci e il circolo ‘Gaia’ di Legambiente, oltre ai Verdi, Ambiente e Società

“La scelta militarista fatta da questo e dai precedenti governi italiani, è uno ‘schiaffo’ alla condizione di tante e tanti cittadini, di Capitanata e non, che vivono con sofferenza le conseguenze della crisi economica, la mancanza di lavoro e di prospettive, le difficoltà di accesso ad un welfare efficiente e funzionale” aggiungo i movimenti e le associazioni pacifiste.

E proseguono: “Sarebbe necessario che lo Stato si fosse preoccupato e si preoccupi di investire queste somme per migliorare le condizioni di tutte e di tutti, di avviare politiche sociali inclusive ed efficaci, per rimettere a posto la sanità, di riorganizzare il territorio, di salvaguardare l’ambiente. Questa è l’unica forma di difesa che ci interessa e che vogliamo promuovere e tutelare.

Ma ci sarebbe di più: “Inoltre sappiamo che alcuni esemplari di F 35 sono già atterrati in Israele. Non è difficile individuare una strategia comune dietro a questo dispiegamento nel Mediterraneo. Non vi nascondiamo di essere molto preoccupati. Non è che siamo già in guerra?”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le sigle a tutela dell’articolo 11 della Costituzione concludono: “Si ricorda a chi ha già dimenticato, che la nostra Costituzione prevede all’articolo 11 che “l’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento