Bonifica Lago di Varano, Barone accusa la Regione: “Inaccettabile che non si intervenga per la sua tutela”

Interrogazione regionale diretta agli Assessori Santorsola e Giannini, dopo una segnalazione giunta dal Meetup di Cagnano Varano. “Lago una delle più importanti fonti di profitto per i cittadini”

Lago di Varano

Lago Varano e Capoiale: la consigliera regionale Rosa Barone ha protocollato una interrogazione diretta agli assessori Santorsola e Giannini, avente come tema i lavori di bonifica sul Lago di Varano e di prevenzione a proposito dell’erosione costiera a Capoiale.

“Un’attività che ho svolto su impulso di una segnalazione giuntami dal Meetup Amici di Beppe Grillo Cagnano Varano”, ha precisato la Barone.

La consigliera continua: “Il comune di Cagnano è stato ammesso anni fa ad un finanziamento per interventi di riduzione del rischio idrogeologico. Tanti problemi non hanno permesso a questo progetto di realizzarsi, ma ci chiediamo a oggi se questi fondi risultano ancora nella disponibilità del Comune e se possono essere poste in essere azioni che tutelino quel tratto costiero”.

La Barone fa presente la situazione di alto degrado in cui versa il Lago di Varano: “I principali canali di alimentazione del lago (Foce di Capoiale e foce di Varano) risultano, infatti, ostruiti e insabbiati provocando il mancato riciclo delle acque del lago e quindi una scarsa ossigenazione dello stesso che, a lungo andare, porterà all’estinzione di molte specie di flora e fauna. Inoltre, dopo l’alluvione del settembre 2014, si sono riversati nel lago rifiuti di ogni genere, compresi pneumatici ed elettrodomestici, oltre ad un enorme quantità di acqua dolce che ha alterato la salinità delle acque, arrecando danni alle specie animali e alla flora”.

Continua l’esponente del Movimento 5 Stelle: “Ho interrogato nuovamente l'Assessore all’Ambiente Santorsola il quale nel 2015 ci aveva rassicurato riguardo la bonifica, potendo contare sui fondi ricavati dalle ecotasse. Il Lago rappresenta una delle più importanti fonti di profitto per i cittadini dei paesi limitrofi, per le attività di pesca e per la mitilicoltura, oltre ad essere un sito di importanza comunitaria all’interno del parco nazionale del Gargano. Sono passati anni dall’alluvione e non possiamo accettare che la Regione ancora non intervenga nella tutela e recupero del lago così come delle zone che dall’alluvione sono ancora danneggiate. Dal canto mio mi impegnerò come fatto oggi, a tenere sempre viva l'attenzione in Assessorato ed a partecipare a tutti i tavoli tecnici che seguano le fasi della bonifica”.

La Barone conclude annunciando la sua presenza sul posto: “Sarò lì insieme agli attivisti dei meetup di Ischitella e Cagnano, con i quali ci attiviamo da sempre per il Lago, e per le altre attività di concerto con i paesi che insistono sul luogo, quindi sul Gargano. Con il supporto della consigliera M5S di Vieste Maria Teresa Bevilacqua”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attimi di tensione al Grandapulia, migranti minacciano di "bloccare il Natale": cariche della polizia e lanci di pietre

  • Inseguimento da film nel Foggiano: fuga a folle velocità tra la nebbia per 40 km, volanti speronate e sul finale lo schianto

  • Presa la banda foggiana che assaltava i bancomat: tre colpi in 20 giorni, quattro arresti

  • Incidente stradale sulla Statale 89: auto perde il controllo e finisce contro un muro, a bordo tre persone

  • Assalto armato a un portavalori: paura e fuga, ritrovata la Jeep dei banditi e una targa clonata intestata a un'auto del Foggiano

  • La stanza dell'ospedale non ha la tv, paziente esce e ritorna con due lcd da 32 pollici: "Che bel gesto, grazie Luigi"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento