Comune di Foggia, La Destra: “Bocciati piano di rientro e conto consuntivo”

Longo e Agostinacchio: "Autorevoli esponenti dichiarano che la gestione commissariale non inciderebbe sul dissesto più di quanto incida l'operato dell'attuale governo"

LA DESTRA, LONGO E AGOSTINACCHIO - "Le preoccupazioni evidenziate in passato dal dott. Di Cesare, capo dell’Ufficio Finanziario del Comune di Foggia,  hanno trovato puntuale riscontro nelle verifiche e nelle conseguenti decisioni del Collegio dei Revisori dei Conti, che, all’unanimità, ha bocciato sia il piano di rientro che il conto consuntivo.

A nulla rilevano le odierne dichiarazioni del dott. Di Cesare, che, stando a notizia di stampa, avrebbe abbandonato le precedenti posizioni pessimistiche sulla situazione economico–finanziaria del Comune di Foggia, senza però modificare la sua precedente relazione al consuntivo, sostanzialmente in linea con l’operato dei revisori.

“La Destra” esprime perplessità sulla capacità del centrosinistra di risolvere i problemi della città di Foggia che vive una grave crisi politica ed amministrativa. Le dimissioni del sindaco devono essere chiarite, né pare possibile che la vicenda possa essere chiusa con le mozioni di affetto, tardive, che i partiti di centrosinistra si affannano ad esprimere in questi giorni, finanche ricorrendo a falsi sulle responsabilità.

In un momento così drammatico l’eventuale ritiro delle dimissioni confermerebbe l’ipotesi della strumentalità delle stesse in aperto contrasto con la responsabilità che deve ispirare l’operato di chi governa.

“La Destra” non può non prendere atto del fatto che il Collegio all’unanimità si è pronunciato su un documento, il piano di rientro, al quale la Corte dei Conti annette particolare importanza per il futuro della comunità foggiana.

Oggi Mongelli, che certamente conosceva le conseguenze del suo gesto, deve dare prova di coerenza, altrimenti le dimissioni apparirebbero una farsa diretta più al consolidamento di equilibri interni che al bene della comunità.

Deve essere ridata voce agli elettori anche perché, si legge, autorevoli esponenti dichiarano che la gestione commissariale non inciderebbe sul dissesto più di quanto incida l’operato dell’attuale governo.

La Destra inviterà i cittadini per evidenziare proposte e per denunciare l’operato del centrosinistra, che ha governato la città dal 2004 ad oggi e al quale va attribuito in via esclusiva, sulla base di documenti inoppugnabili, la responsabilità dell’attuale gravissima situazione."

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento