Politica

Alta capacità Foggia–Caserta, Lonigro: "Lavori bloccati e spettro licenziamenti"

Il presidente della Commissione Bilancio del Consiglio regionale: "Se RFI dovesse ritirare l’appalto verrebbero licenziati oltre 250 lavoratori"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Piove sul bagnato: i lavori dell’alta capacità sulla tratta Foggia-Ponte Bovino, oltre ad essere ancora bloccati, stanno provocando licenziamenti”. È questo l’amaro commento del presidente della prima commissione (Bilancio) del Consiglio regionale Pino Lonigro, che ha rivolto una interrogazione urgente sulla questione agli assessori regionali ai trasporti e al lavoro, Giannini e Caroli.

“Sono davvero preoccupato. Se RFI dovesse ritirare l’appalto alla ditta appaltatrice ‘Rabbiosi’, in amministrazione controllata e quindi sull’orlo del fallimento, verrebbero licenziati oltre 250 lavoratori, 200 dei quali sono del luogo, dipendenti delle imprese subappaltatrici”, fa presente Lonigro. Inoltre, le stesse imprese andrebbero verso il sicuro fallimento, in quanto creditrici della ‘Rabbiosi’.

“Non possiamo permettere che quest’opera così importante, strategica per lo sviluppo socio-economico della Capitanata e dell’intera Puglia, non venga ultimata”, dichiara il presidente della prima commissione. “Non possiamo perdere questo ‘treno’ così decisivo per la crescita delle nostre zone, già umiliate e martoriate negli anni, con tante opere incompiute e cattedrali nel deserto”.

L’investimento di 150 milioni di euro, quindi, deve essere portato a compimento. Ci sono da spendere ancora circa 60 milioni di euro per ultimare la tratta Foggia-Caserta. Possono dare una boccata d’ossigeno alle imprese e alle maestranze dei nostri territori. “Le famiglie hanno fame e dobbiamo rassicurarle al più presto, per questo ho chiesto al Governo regionale e specificamente agli Assessori Giannini e Caroli, di intervenire presso i Ministeri dei Trasporti e del Lavoro, affinché venga trovata la soluzione per non affossare ancora di più la nostra economia”.

Un nuovo appalto, infatti, porterebbe al blocco dei lavori per molto tempo. “Uno stop che non possiamo permetterci e che le imprese oggi non potrebbero sopportare, data la situazione economica. Per questo bisogna fare presto e fare sistema, per difendere le potenzialità dello sviluppo economico e sociale dei nostri territori e delle nostre comunità, obbligando tutti gli organi preposti, a partire dal Governo nazionale e da RFI, a trovare una soluzione che sia la più indolore possibile per tutti. L’opera va ultimata - conclude Lonigro - non deve restare un’incompiuta”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alta capacità Foggia–Caserta, Lonigro: "Lavori bloccati e spettro licenziamenti"

FoggiaToday è in caricamento