Il bilancio di previsione 2011 approvato dalla giunta

Confermati i volumi di spesa sociale; in programma investimenti per 10 milioni Mongelli: “Tarsu inferiore ai costi del servizio, che sarà decisamente migliorato”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

La Giunta comunale ha approvato, nella seduta di ieri, la proposta di bilancio di previsione per il 2011 da sottoporre all’analisi e al voto del Consiglio comunale entro il prossimo 31 agosto, così come previsto dall’ultimo decreto di proroga dei termini. “Un documento fortemente vincolato dalla necessità di assolvere al mandato politico e amministrativo di evitare il dissesto finanziario – afferma il sindaco, Gianni Mongelli – assunto 2 anni fa ed esercitato con diligenza, coscienza, responsabilità e spirito di sacrificio da parte di ogni settore dell’Amministrazione comunale”.

Il bilancio di previsione per il 2011 conferma lo stanziamento annuale per l’attuazione del Piano sociale di Zona e le tariffe ed i contributi dovuti dai cittadini e dalle imprese che usufruiscono dei servizi a domanda individuale erogati dal Comune: asili nido e scuole materne comunali, mensa e trasporto scolastici, centri sportivi, strutture culturali, trasporto e assistenza domiciliare sociale, mercati rionali, centro polivalente per anziani, servizi cimiteriali e impianti sportivi.
Nessun taglio anche alla spesa – 1.370.000 euro – per gli asili nido convenzionati. Il costo finale per bambino è fissato a 650 euro, comprensivo della retta pagata dalle famiglie che oscillerà tra un minimo di 80 ed un massimo di 350 euro.

La novità fondamentale è l’introduzione diffusa del quoziente familiare, in aggiunta al coefficiente ISEE, quale strumento di calcolo della compartecipazione ai servizi a domanda individuale; ciò “a vantaggio delle famiglie numerose – sottolinea Mongelli – altrimenti penalizzate da un reddito complessivo solo formalmente più elevato”.

Fissata a 10,4 milioni di euro la disponibilità finanziaria per la realizzazione di opere pubbliche, a partire dal piano di manutenzione straordinaria della viabilità urbana ed extraurbana che impegnerà 2,3 milioni nel solo 2011. Interventi sono previsti anche per costruire 650 loculi cimiteriali, potenziare l’illuminazione pubblica, adeguare i palazzetti dello sport ‘Russo’ e ‘Preziuso’, migliorare le urbanizzazione nell’area del Salice nuovo. Il Piano triennale è arricchito dalle programmazioni finanziate con i fondi della pianificazione strategica di area vasta (oltre 5 milioni) e degli accordi di programma urbanistici (circa 40 milioni).

Il bilancio 2011 certifica il maggiore equilibrio dei rapporti finanziari tra il Comune e le società partecipate. Nessuna riduzione è stata operata rispetto al contratto di servizio di Ataf Spa, il cui bilancio di esercizio per il 2010 si è chiuso con un taglio di oltre il 77% delle perdite di gestione (passate da 5.240.684 euro del 2009 a 1.555.450 euro dello scorso anno). La società di trasporto, peraltro, è prossima alla chiusura del piano di ristrutturazione del debito che determinerà un abbattimento delle passività per circa 2 milioni. Confermato anche il contratto per la gestione del calore tra Comune e Amgas SpA, società in cui il processo di riorganizzazione e risanamento ha già determinato nel 2010 il ritorno all’utile di esercizio.

L’attivazione della procedura di amministrazione straordinaria per Amica SpA è la strada scelta dall’Amministrazione comunale, anche sulla scorta delle decisioni del Consiglio comunale, per risolvere la crisi aziendale e riorganizzare adeguatamente il servizio. E’ quest’ultimo l’obiettivo dell’incremento del 30% dell’aliquota della Tarsu, che coprirà il 90% dei costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti. “Una scelta dolorosa, ma indispensabile – afferma Mongelli – determinata dalla necessità di far fronte all’aumento del costo del servizio. E’ dal 2002 che la Tarsu non veniva adeguata, così che il 20% dell’incremento deliberato deriva dall’adeguamento agli indici Istat. Ora sarà nostro dovere prioritario – sottolinea il sindaco – compensare il sacrificio imposto con la radicale riorganizzazione e il duraturo potenziamento del servizio di raccolta dei rifiuti”.

I risparmi più sostanziosi saranno realizzati dalla contrazione della spesa per il personale (circa 3 milioni), determinata essenzialmente dai pensionamenti in atto, e dalla rinegoziazione dei mutui, che ha ridotto il peso delle rate di 2,4 milioni. Queste economie sono state impiegate per coprire l’80% dei tagli ai trasferimenti statali, pari a 6,7 milioni euro, già operati dal Governo.

Appena oggi abbiamo ottenuto l’accreditamento delle somme attese dal Ministero dell’Interno per il trimestre aprile-giugno: ritardo che ha ulteriormente penalizzato la nostra capacità di operare – afferma Gianni Mongelli – Comprendo appieno tutte le difficoltà affrontate quotidianamente da chi, all’interno dell’Amministrazione comunale, è chiamato a compiere scelte in un contesto finanziario così difficile e incerto; ma ho fiducia che vi sia ancora un’ampia condivisione degli obiettivi amministrativi tra gli interpreti di questa esperienza. Personalmente, continuerò ad operare con coerenza e linearità alla costruzione del buon governo cittadino – conclude il sindaco – innanzitutto chiedendo l’apporto e il sostegno di quanti hanno già contribuito ad allargare e allungare l’orizzonte che si osserva da Palazzo di Città”.
 

BILANCIO DI PREVISIONE 2011 E TARSU: SCONTRO MONGELLI-LAMBRESA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento