Politica

“Foggia per Nichi” ma non per Bersani, voto del comitato non sarà scontato

Al ballottaggio delle primarie del 2 dicembre i componenti del comitato non si schierano: "Libertà di scelta"

Ma quale appoggio a Bersani. Il Comitato “Foggia per Nichi”, in controtendenza con l’appello del leader di SEL Vendola, chiarisce la sua posizione in merito al ballottaggio delle primarie di domenica 2 dicembre. “Libertà di scelta” perché tra i componenti del comitato ci sono alcuni che non ritenendosi vicini all’operato del Partito Democratico e del segretario Bersani portato avanti nel governo Monti, hanno ritenuto opportuno astenersi dal voto. “Modesto rimane il numero dei volontari che “all’ultimo round” porranno la propria preferenza sul nominativo di Pier Luigi Bersani” aggiungono.

Un fatto rimane di assoluta certezza, siamo persone di sinistra che nel contribuire alla campagna elettorale per Nichi Vendola, hanno scelto di tentare la strada del cambiamento radicale e della discontinuità con il liberismo, tantomeno quello populista, e di portare la politica in campi differenti da quelli dell’urlo e dei calderoni; per questi e molti altri motivi, sarebbe per noi aberrante e contro natura un qualsiasi appoggio a Matteo Renzi”.

Per Bersani hanno ribadito il loro appoggio il coordinatore provinciale di Sel, Domenico Rizzi, e il leader di Socialismo Dauno, Pino Lonigro. Il “Comitato Adesso! Foggia per Matteo Renzi” invita tutta la cittadinanza a recarsi presso i seggi elettorali della città e votare, “affinché il cambiamento e soprattutto il rinnovamento della politica italiana ed in particolare del centrosinistra sia possibile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Foggia per Nichi” ma non per Bersani, voto del comitato non sarà scontato

FoggiaToday è in caricamento