Punti di primo intervento, ridotti gli orari degli autisti. Gatta: “Così, i pronto soccorso andranno in difficoltà”

Il Vicepresidente del Consiglio regionale critico sulla decisione della Asl di Foggia di limitare la loro attività solo nella fascia oraria dalle 8 alle 20. Il dirigente medico delle Postazioni Fisse Medicalizzate sarà costretto, così, a ricorrere al Sistema Emergenza Urgenza 118 per ogni evenienza

“Sull’utilizzo notturno degli autisti dei Punti di Primo Intervento della Capitanata ritengo discutibile la decisione della Asl di Foggia, che ha limitato la loro attività solo nella fascia oraria dalle 8 alle 20. Che significa, concretamente? Lunghe attese per i cittadini nei pronto soccorsi degli ospedali di riferimento con non pochi e non trascurabili disagi sia per i pazienti sia per gli operatori sanitari“, è quanto dichiara in una nota il vicepresidente del Cosniglio regionale Giandiego Gatta.

“Su questo, perciò, ho depositato un’interrogazione consiliare diretta al presidente-assessore Michele Emiliano. La nuova riorganizzazione modifica completamente l’attività delle postazioni medicalizzate del 118 che operano a Torremaggiore, Vico del Gargano, Vieste, Monte Sant’Angelo e San Marco in Lamis, e non è affatto migliorativa l’iniziativa di ridurre l’attività degli autisti, eliminando la fascia notturna. Il dirigente medico delle Postazioni Fisse Medicalizzate sarà costretto, così, a ricorrere al Sistema Emergenza Urgenza 118 per ogni evenienza, inviando, tra l’altro, anche i pazienti con i propri mezzi presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di riferimento o dal proprio medico curante per la programmazione di eventuali interventi. Attivando la reperibilità notturna degli autisti, invece, si consentirebbe agli ex PP.PP.II. di poter effettuare esami in urgenza senza intasare inutilmente i nosocomi di riferimento, ottimizzando i flussi e riuscendo a dare indicazioni concrete ai medici per le patologie più dubbie da analizzare, quindi per dimettere i pazienti con una diagnosi chiara“. Gatta conclude: “Mi auguro di ricevere una risposta puntuale, ma soprattutto di condivisione della necessità di intervenire nella direzione auspicata, risolvendo il problema in modo concreto”.

Il Comitato Salute Alto Tavoliere plaude alla presentazione della settima interrogazione urgente rivolta al Governatore Emiliano da parte del consigliere Gatta sui temi sanitari che riguardano il nostro territorio. Questo ordine di servizio dell’ASL FG va a intasare inutilmente i Pronto Soccorso Ospedalieri e fa venire meno il ruolo di filtro dei PPIT. E’ un provvedimento che va contro l’efficacia e la ottimizzazione dei flussi di pronto soccorso che il Comitato richiede da oltre due anni alla Regione Puglia ed alla Conferenza dei Sindaci del Distretto.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento