menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Authority alimentare, Mongelli scrive a Gianni Letta

La nota del sindaco al sottosegretario alla presidenza del Consiglio. "Disattesi gli impegni assunti dal Governo"

Dopo l’attacco dello scorso 13 gennaio di Francesco D’Emilio, vicecapogruppo del Pdl al Comune di Foggia, Gianni Mongelli ha scritto al sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri, Gianni Letta, per ricordargli gli impegni assunti politicamente e personalmente sull’Authority e – sempre secondo il sindaco di Foggia - disattesi dal Governo e che con una lettera della sottosegretario Martini alla senatrice Poli Bortone ne ha confermato l´inserimento nella lista quegli enti definiti inutili.

Secondo l’esponente del centrosinistra, al Sottosegretario di Stato è sfuggito che il Parlamento ha escluso l’applicabilità all’Agenzia del ‘taglia Enti’ con l’approvazione della cosiddetta ‘norma salva Authority’ nella manovra finanziaria 2011-2013. “Ero convinto che – riferisce nella nota Mongelli a Letta - finalmente si fosse giunti a un punto di svolta per l’attuazione di una norma dello Stato, fondata su una norma europea, ed il riconoscimento della legittima aspirazione della città di Foggia e della Capitanata tutta ad ospitare la sede di un’authority così importante per la tutela dei consumatori e delle imprese”.

 “Di qui lo sconcerto e lo stupore per le affermazioni dell’on. Martini, poiché, per l’ennesima volta, un esponente del Governo viene meno ad un preciso ed esplicito dettato di legge” afferma il sindaco. Ecco perché – prosegue Mongelli - ritengo auspicabile e non più rinviabile un Suo definitivo pronunciamento che confermi la volontà del Governo di attivare l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Alimentare nella sede di Foggia e indichi con chiarezza i tempi di adozione dell’indispensabile decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento