De Leonardis: “Authority a Foggia, confusione e sconcerto”

Il consigliere regionale dell'Udc è stupito dalle parole del sottosegretario alla Salute Francesca Martini

Le parole del sottosegretario alla Salute Francesca Martini, pur in evidente contraddizione con la realtà, sono un chiaro indice della volontà del Governo nazionale di non costituire a Foggia nessuna Authority nazionale per la sicurezza alimentare, nonostante l’apparente disponibilità e apertura mostrate dal sottosegretario Gianni Letta nell’incontro romano dell’8 giugno dello scorso anno con la delegazione proveniente dalla Capitanata, e nonostante passaggi successivi in Parlamento che pure potevano e dovevano essere significativi”.

Giannicola De Leonardis, consigliere regionale e presidente della settima Commissione Affari Istituzionali, sottolinea che “l’unica ragione credibile per giustificare uno stallo mortificante per l’intero Paese è il veto della Lega nord, il cui peso nell’asse Berlusconi – Bossi è sempre più determinante, in particolare in questa delicatissima fase politica. Un veto che svilisce il ruolo degli stessi parlamentari del centrodestra eletti in Capitanata, i quali – insieme ai rappresentanti dell’opposizione – hanno più volte richiamato il Governo a procedere con l’ultimo, decisivo passaggio, la firma in Consiglio dei Ministri dei decreti attuativi dell’Agenzia. Un veto che mortifica le prerogative e le aspettative di un territorio che vedrebbe nell’Authority il giusto e legittimo riconoscimento per vocazione e ricerca, e l’impegno trasversale negli anni di un’intera comunità, da troppo tempo ormai presa in giro e costretta a confrontarsi con proclami enfatici e assordanti silenzi, improvvise aperture e chiusure fin troppo prevedibili”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mi auguro che la lettera del sindaco di Foggia Gianni Mongelli al sottosegretario Letta sortisca almeno l’effetto di fare chiarezza sulla vicenda” auspica De Leonardis, “ma siamo ancora lontanissimi dalla parola ‘fine’ a una vicenda che, comunque andrà, rappresenta comunque una sconfitta” la sua conclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento