Strutture pubbliche e monumenti deturpati, Laquaglia: "Sindaco fermi questo scempio"

"Caro sindaco, se mi è concesso (come direbbe qualcuno) le indico io il giusto percorso da intraprendere attraverso cinque punti"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Lo stato di degrado in cui versa Foggia è vergognoso e diventa quasi inconcepibile la posizione del sindaco davanti allo scempio che i cittadini vivono quotidianamente. E' da tempo che denuncio atti vandalici compiuti su monumenti, strutture pubbliche e private, come quando invitai l'Amiu a cancellare le scritte sui muri di Palazzo di Città.

I 40 consiglieri non hanno mai speso una parola su di un tema importantissimo come la salvaguardia del bene Comune. Si continua a devastare strutture e monumenti senza che nessuno intervenga, nei Consigli si parla di aumento delle tasse per sanare le casse, di conferma dei servizi pubblici, ma nulla per salvaguardare la città.

Eppure questi interventi hanno un costo, soldi che sono e saranno sottratti dalle imposte, cioè soldi nostri. Caro sindaco, se mi è concesso (come direbbe qualcuno) le indico io il giusto percorso da intraprendere con 5 punti:

1) attivi una Task Force per il monitoraggio di tutti i monumenti e strutture pubbliche deturpate

2) faccia un'ordinanza per tutte le strutture private di eliminare tale scritte con immediatezza

3) Installazione di videocamere per monitorare e vigilare (ottimo deterrente anche per contrastare la microcriminalità) le aree di maggior interesse

4) Una programmazione da parte dei vigili per un monitoraggio non solo della questione in causa, ma anche di altre illegalità che si commettono sotto gli occhi impavidi della gente, si, perché solo loro hanno questa dote

5) infine e non per interesse, adottare con una delibera (sarebbe la prima vera delibera costruttiva per l'intera comunità) sanzioni penali ed economiche (Art. 639 c.p) per chi viene sorpreso a deturpare, per i minorenni scattano le denunce 

Non si chiede altro che restituirci la nostra dignità. So che quanto chiesto non sarà fatto come le luminarie di natale, anche questo andrà nel dimenticatoio, a pochi mesi dalle elezioni è preferibile non fare passi falsi.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento