Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Il Comune di Foggia assume, la commissione straordinaria a caccia di rinforzi ma la stagione dei concorsi è rimandata

Partono le procedure per il reclutamento del personale secondo le nuove modalità stabilite a luglio dal commissario Marilisa Magno. Si comincia con i dirigenti per colmare le criticità nei servizi strategici. Priorità all'Area Tecnica di Paolo Affatato

Non sarà un'infornata o la stagione dei concorsi apparecchiata dall'amministrazione Landella, ma quantomeno, già entro Natale, dovrebbero arrivare i rinforzi al Comune di Foggia. La struttura commissariale prova a rimpinguare la pianta organica che langue da un pezzo.

La macchina delle assunzioni è partita, ma il piano del fabbisogno del personale approvato a marzo dall'ultima Giunta politica, quando aveva già in casa la Commissione di accesso antimafia, ha preso un'altra piega. A luglio, il commissario Marilisa Magno lo ha modificato e ha optato per l'utilizzo prioritario dello scorrimento delle graduatorie concorsuali di altri enti. Non saranno indette tutte le selezioni pubbliche lasciate in eredità.   

La prima urgenza è il Servizio Urbanistica: tramite procedura ad evidenza pubblica per curriculum e colloquio, più rapida rispetto a quella concorsuale per la copertura di posti a tempo indeterminato, sarà ingaggiato un dirigente tecnico a tempo pieno per i prossimi tre anni. Significative le motivazioni riportate nella determina di approvazione dell'avviso: "Gli arretrati di pratiche in materia urbanistica hanno effettivamente dato luogo a diversi giudizi dinanzi al Tar per omessa conclusione dei procedimenti nei termini, dai quali sono scaturite plurime procedure di commissariamento disposte dall’Autorità giudiziaria amministrativa, che sono aumentate nell’annualità 2021, come testimoniato dall’intervenuta nomina di diversi commissari ad acta, a riprova della insufficienza delle professionalità richieste all’interno all’ente".

Il Servizio Urbanistica affoga, insomma, sotto una marea di pratiche, tanto che non sarebbero stati ottemperati nemmeno i giudizi di ottemperanza statuiti dal Tar. Da qui la necessità di una individuazione “tempestiva e improcrastinabile” di un altro dirigente tecnico. Le criticità riportate nella determina sono emerse nel corso della conferenza dei dirigenti del 28 luglio scorso, alla presenza del commissario Marilisa Magno.

I dirigenti sono cinque di cui solo tre di ruolo - l'ingegnere Francesco Paolo Affatato, Carlo Dicesare e il comandante Romeo Delle Noci - e due assunti a tempo determinato - Silvana Salvemini e Maria Concetta Valentino -, più il segretario generale. Un comune capoluogo delle dimensioni di Foggia ne dovrebbe avere 14-15.  Insomma, ogni dirigente è uno e trino. E ne va della qualità dei servizi.

L'unico ingegnere è dirigente coordinatore dell'Area Tecnica, secondo il modello organizzativo attualmente in vigore, chiaramente sempre passibile di modifiche, che consta di 8 servizi di cui ha la responsabilità ad interim. Era arrivato finanche a delegare alcune funzioni dell'Urbanistica all'avvocato Antonio Puzio, tempo addietro, per sbrigare le pratiche: impossibile gestire da solo la mole di lavoro e servizi complessi.

A dargli manforte sarà il prossimo dirigente tecnico. A breve dovrebbe essere pubblicato anche l'avviso per l'Avvocatura, continuando a riempire i posti vacanti nei servizi strategici e a lenire la solitudine dei dirigenti. La prossima settimana dovrebbero partire, invece, le procedure per il reclutamento delle Alte Specializzazioni per Bilancio, Società Partecipate e Ambiente e, nel giro di un mese, dovrebbero essere completate quelle per i dirigenti. Avendo il Comune di Foggia aderito alla procedura di riequilibrio finanziario, le procedure sono assoggettate all’autorizzazione del Ministero dell’Interno e il perfezionamento delle assunzioni programmate è subordinato al via libera della Commissione per la stabilità finanziaria degli enti locali del Viminale.

Più o meno contestualmente, il Comune di Foggia attingerà dalle graduatorie degli altri enti. Il Piano triennale del fabbisogno di personale non potrà comunque soddisfare le aspettative per un Comune che oggi conta 515 unità e dovrebbe averne 1400 circa, un terzo, condizione che si ripercuote sui tempi di risposta ai cittadini e, più in generale, sui servizi.

Stando alla lista dei profili professionali inviata a Comuni e Provincia il 3 agosto scorso, sono 98 le unità delle categorie C e D da reclutare provando, preliminarmente come da indirizzo, a far scorrere le graduatorie degli altri enti. Solo un paio di Comuni della provincia avrebbero risposto alla richiesta di disponibilità inviata dal segretario generale Gianluigi Caso. E la ricerca potrebbe rivelarsi più complicata del previsto. 

Già prima che il commissario formalizzasse l'orientamento, il sindaco di San Severo, Francesco Miglio, le aveva rappresentato, in un colloquio telefonico, la disponibilità a mettere a disposizione del Comune di Foggia le proprie graduatorie. Lo scorso 16 luglio lo ha messo per iscritto e ha inviato pure l'elenco degli idonei di due concorsi, uno per la categoria C1 con più di 40 candidati a disposizione. Già ad aprile la sua Giunta aveva approvato uno schema di accordo per l'utilizzo della graduatoria. Il 31 agosto la commissione straordinaria ha approvato lo schema di convenzione. Il Comune di San Severo la sottoscriverebbe volentieri: "Noi - fa sapere il sindaco Francesco Miglio - siamo pronti".   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Foggia assume, la commissione straordinaria a caccia di rinforzi ma la stagione dei concorsi è rimandata

FoggiaToday è in caricamento