rotate-mobile
Politica Apricena

Assolto il sindaco di Apricena

Dall'accusa di peculato perché il fatto non sussiste

Antonio Potenza gioisce alla notizia dell'assoluzione dall'accusa di peculato. Lo fa con un post su Facebook. Il sindaco di Apricena era stato coinvolto nell'inchiesta 'Madrepietra' che il 23 luglio 2019 gli costò gli arresti domiciliari per peculato (assolto dai giudici della prima sezione del tribunale di Foggia), concussione (procedimento archiviato) e in ultimo per abuso d'ufficio, contestazione - quella dell'installazione delle telecamere di videosorveglianza in Comune - che resta in piedi e sulla cui conclusione il primo cittadino si dice fiducioso.

Sospiro di sollievo, quindi, per l'esponente di Forza Italia, il quale ha voluto condividere la notizia con la città: "Carissimi, desidero comunicarvi con gioia, che il mio avvocato mi ha appena notiziato della sentenza di assoluzione per l'ipotesi di peculato (secondo la accusa avrei utilizzato l'auto del Comune per andare a Foggia per scopi personali) nell'indagine che circa tre anni fa mi ha visto coinvolto, con un clamore mediatico nazionale senza precedenti. Su tre accuse sollevate nell'indagine, due sono cadute. Resta da definire la posizione residuale relativa all'abuso di uffcio (acquisto di tre telecamere installate a palazzo di Città), su cui siamo fiduciosi di arrivare alla stessa conclusione. Ringrazio il Collegio giudicante e la Procura, che nonostante la diversa posizione iniziale, ne ha chiesto l'assoluzione. Un ringraziamento sincero ed affettuoso all’avv. Roberto Eustachio Sisto e ai suoi colleghi dello studio Fps. E a tutti voi, che da anni mi continuate a sostenere, con affetto, stima, vicinanza, motivo per cui continuo insieme a chi mi sta a fianco a lavorare giorno e notte per il bene della mia città e del nostro territorio. Bisogna avere fiducia nella giustizia, sempre. E avere solo pazienza".

Questo le dichiarazioni dell'avvocato Sisto battute dalle agenzie di stampa: "Un'assoluzione per chi, come Antonio Potenza, è esposto pubblicamente, è sempre un sollievo. Se poi si tratta di un'assoluzione per la evidente insussistenza del fatto, si può dire che il sollievo è doppio. Il processo non è finito, residua una sola contestazione per una ipotesi di abuso di ufficio: ma indubbiamente questa decisione immediata del Tribunale è un ottimo viatico per il prosieguo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assolto il sindaco di Apricena

FoggiaToday è in caricamento