Arresto sindaco di Apricena: Il Pdl chiede le dimissioni di Vito Zuccarino

A tal proposito il Popolo della Libertà, con tutta la minoranza, ha fatto richiesta di Consiglio Comunale Monotematico d’urgenza per affrontare la delicata questione morale che si ripropone anche ad Apricena

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"E’ notizia delle ultime ore: il Sindaco di Apricena Prof. Vito Zuccarino, è stato raggiunto da un ordine di arresto da parte della Procura della Repubblica di Lucera ed ora si trova agli arresti domiciliari. Una notizia shock per la Città di Apricena.

Il Popolo della Libertà esprime solidarietà alla persona del Sindaco, anche se non può sorvolare su tutti i retroscena e i possibili sviluppi del caso. Si sentiva nell’aria un po’ di tensione da qualche giorno: un’Amministrazione Comunale allo sbando, la Città sull’orlo di una crisi sociale a causa del malgoverno della Giunta Zuccarino, con “l’ombra” di Franco Parisi che dalle retrovie “dettava le regole del gioco” a discapito dei tanti consiglieri incoscienti di quanto stesse succedendo. pdl_original-2

Quella che i vari D’Alema ecc chiamavano la “Stalingrado del Sud” sta per cadere, e dopo i problemi della “Stalingrado del Nord”, ovvero Sesto San Giovanni, probabilmente la Russia Comunista si sta allontanando definitivamente. Sono troppi gli avvenimenti che negli ultimi tempi hanno complicato la situazione politica dell’Amministrazione di centrosinistra guidata da  Zuccarino: prima il “macigno” Cementificio, tanto voluto dal Sindaco, poi le lottizzazioni edilizie con i conflitti di interessi dello stesso Sindaco, inoltre qualcuno sussurra che ci siano problemi anche nella gestione del servizio della raccolta rifiuti (dove sembra che ci siano addirittura denunce all’interno della stessa Giunta tra diversi Assessori).

L'INDAGINE DELLA PROCURA DI LUCERA

A questo punto è logico chiedere a gran voce le dimissioni del Sindaco e di tutta l’Amministrazione col conseguente commissariamento fino alle elezioni di Primavera per riportare serenità in Città. A tal proposito il Popolo della Libertà, con tutta la minoranza, ha fatto richiesta di Consiglio Comunale Monotematico d’urgenza per affrontare la delicata questione morale che si ripropone anche ad Apricena.

Pur non essendo giustizialisti, ma garantisti, aspettiamo l’esito del processo che ha portato all’arresto del Primo Cittadino di Apricena, ma ci teniamo a dire che evidentemente ci avevamo visto chiaro in questi 4 anni e mezzo, quando abbiamo denunciato tutti i misfatti di questa Amministrazione che ha “rovinato” la nostra amata Apricena e che sarà sicuramente ricordata come la “peggiore Amministrazione” della storia della Repubblicana Apricenese.

Confidiamo infine nel buonsenso degli apricenesi che vorranno aderire al progetto del “buongoverno dei galantuomini” che stiamo costruendo con una lista civica trasversale per dare una nuova vita alla Città."

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento