Politica

Tangenti e arresti al Comune di Foggia, Scalfarotto: “Emerge meccanismo tristemente noto”

Con l’accusa di concussione e tentata concussione sono stati arrestati il dirigente comunale ai Lavori Pubblici e al Suap, Fernando Biagini, il consigliere comunale Massimo Laccetti e l’imprenditore Adriano Bruno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

L'arresto di un consigliere comunale e di un dirigente del Comune di Foggia, avvenuto stamane, chiama la politica a riflettere. Lo stato delle indagini e la scarsità delle notizie disponibili non autorizzano posizioni innocentiste o colpevoliste per partito preso; tuttavia la gravità delle ipotesi formulate dagli inquirenti, concussione e tentata concussione, non consente di limitarsi all'ovvia piena fiducia nell'operato della magistratura.

Nelle accuse formulate, infatti, emerge un meccanismo tristemente noto nei funzionamenti e nei malfunzionamenti della pubblica amministrazione: quello del patto scellerato tra funzionari infedeli e rappresentanti politici per estorcere indebite dazioni alle imprese del territorio. Un sistema criminoso e criminogeno la cui eradicazione non può essere affidata solo alla repressione, ma ad un'oculata azione di controllo e prevenzione.

Un dovere che ricade sulla politica nel suo insieme, ma è particolarmente obbligatorio per il centrosinistra, per quelle forze che hanno nel loro dna il valore della trasparenza e della correttezza amministrativa. Gli impoveriti Enti Locali del Mezzogiorno, un Comune che come Foggia ha dovuto assoggettarsi alle forche caudine del decreto "salva città" non possono e non devono permettere che la mala pianta della corruzione sottragga altre risorse al bene comune. Confido che la classe dirigente locale, specie quella del Partito Democratico e del centrosinistra, si impegni con coraggio e determinazione per cogliere questo obiettivo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti e arresti al Comune di Foggia, Scalfarotto: “Emerge meccanismo tristemente noto”

FoggiaToday è in caricamento