Bomba in via Molfetta, Giuliano: "Si abbatta il muro di omertà e paura per combattere la criminalità"

Il commento della parlamentare del M5S di San Severo, in merito a quanto riportato dal Procuratore Ludovico Vaccaro nell’ambito della conferenza stampa svolta per illustrare i dettagli dell’operazione che ha portato all’arresto di due persone per l’esplosione di una bomba avvenuta nel novembre 2020 in via Molfetta a Foggia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

“Questo tipo di mentalità omertosa e succube è linfa vitale per la criminalità, soprattutto per quella organizzata”. Questo il commento dell’on.Carla Giuliano, parlamentare del M5S di San Severo, in merito a quanto riportato dal Procuratore Ludovico Vaccaro nell’ambito della conferenza stampa svolta per illustrare i dettagli dell’operazione che ha portato all’arresto di due persone per l’esplosione di una bomba avvenuta nel novembre 2020 in via Molfetta a Foggia. “È sconcertante che la vittima, nelle intercettazioni emerse, anziché complimentarsi con le forze dell’ordine e con la magistratura per la cattura degli autori del violento atto dinamitardo, giunga quasi a rammaricarsi e, cosa ancora peggiore, a volersi giustificare con i suoi carnefici per l’operazione che ha portato alla loro cattura. Nell’esprimere massima solidarietà al Procuratore e alle Forze dell’Ordine e vivi apprezzamenti per i risultati raggiunti, deve essere ben chiaro che, se vogliamo sconfiggere la criminalità organizzata, è proprio questo tipo di mentalità e questo sostrato culturale, intriso di paura e rassegnazione che dobbiamo combattere, contrastando ogni forma di connivenza. Non dobbiamo arrenderci, né abbassare la testa di fronte al sopruso e alla violenza criminale”, conclude l’on. Giuliano.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento