San Giovanni Rotondo, i gruppi d’opposizione: “Bilancio approvato, ma i conti non tornano”

Agire Insieme, Pd, Democratici per la città e Idv: “Il bilancio di previsione per la prima volta non è stato oggetto di preventivo esame e discussione con l’intero Consiglio comunale”

Foto da Gargano Tv

A San Giovanni Rotondo passa il Bilancio di previsione 2013, ma – scrivono i gruppi consiliari di Agire Insieme–Uniti per San Giovanni, del Partito Democratico, dei Democratici per la città e dell’Italia dei Valori – “la quasi non maggioranza (8+1-2) dei neo responsabili (quelli del bene comune prima di tutto per intenderci) lo ha approvato in maniera del tutto illegittima”. Il perché di questo affondo è contenuto in un comunicato stampa congiunto dei partiti e gruppi consiliari d’opposizione al governo Pompilio.

A fronte di una convocazione per venerdì 2 agosto, in contrasto con gli esiti della conferenza dei capigruppo che aveva determinato con voto unanime la convocazione per il 5 agosto e relativo verbale agli atti, avevamo chiesto un rinvio della seduta, al fine di concordare una nuova data e di consentire che un argomento fondamentale quale il bilancio di previsione, venisse regolarmente esaminato e discusso nella competente commissione consiliare, che peraltro non si è tenuta nella seduta del 25 luglio scorso proprio per l'assenza dei consiglieri componenti appartenenti alla maggioranza dei neo responsabili.

Prendevamo atto però che colui che tanto pomposamente quanto falsamente si definisce garante del neutro ed imparziale funzionamento del Consiglio a nome della maggioranza, si ergeva ad ausiliario del sindaco e del suo silenzio oramai consueto e imbarazzante, non consentendo difatti l’esercizio delle nostre prerogative di consiglieri, specie sul bilancio di previsione, che ribadiamo, per la prima volta non è stato oggetto di preventivo esame e discussione con l’intero Consiglio comunale.

Tanto più che nella seduta del 30 luglio, il presidente, con tracotante arroganza, aveva sostenuto che la sua prima preoccupazione doveva essere quella di garantire la presenza dei consiglieri di maggioranza quale presupposto per il regolare svolgimento della seduta. Si tratta di un bilancio integralmente predisposto dal dirigente dell’ufficio Finanziario quando il Governo nazionale dovrà ancora definire entro il 31 agosto le situazioni relative all'IMU e alla TARES, che potrebbero subire ulteriori aggiustamenti.

Un atto privo di qualsiasi connotazione di natura politica e che neppure è stato dotato dell’atto di programmazione triennale del fabbisogno del personale, a conferma dell’assoluta incapacità di questa compagine di governo (?) di incidere sulla macchina burocratica del Comune. Lo stesso programma triennale delle opere pubbliche rappresenta l'esatta ripetizione di quanto già previsto per i programmi precedenti e mai realizzato.

IL SERVIZIO DI TVGARGANO

Da un punto di vista politico è chiaro che la posizione assunta dal gruppo consiliare del Pdl, che fa seguito a quella del commissario cittadino del partito azzurro, riduce ai minimi termini la maggioranza del sindaco (silente), riportandola agli artefici del ribaltone dello scorso marzo che al di là delle posa di qualche piantina sullo spartitraffico e sulle isole pedonali di Piazza Europa e di qualche improvvisato "tagliaerba", hanno portato la nostra città ad un evidente stato di abbandono e degrado.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei prossimi giorni valuteremo i fatti e le situazioni verificatesi nell’ultima seduta del Consiglio comunale, ponendoli all'attenzione gli organi di controllo, pur essendo nostra convinzione che il giudizio che conta è quello che sta dando la nostra comunità su questa strana e anomala maggioranza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento