Caos cinquestelle, candidato condannato ora rischia l'esclusione: vendeva cd contraffatti

Su Antonio Tasso, candidato del Movimento 5 Stelle nel collegio-uninominale Cerignola-Manfredonia, penderebbe una condanna in primo grado per violazione del diritto d'autore

"L'uninominale non ha possibilità di sostituzione. Si potrebbe consumare un ritiro dalla competizione ma allo stato stiamo ancora valutando la situazione". È secca Rosa Barone, portavoce regionale del Movimento 5 stelle, a Foggiatoday sul caso Tasso, il candidato del collegio uninominale Manfredonia - Cerignola, sul cui capo penderebbe una condanna in primo grado per violazione del diritto d'autore (vendeva cd contraffatti). La vicenda risale a dieci anni fa e si è conclusa con la prescrizione. "Ma non è una assoluzione e cozza comunque con il codice etico" dicono dal Movimento. C'è molta tensione tra i 5 stelle ma anche molta rabbia: "avrebbe dovuto dircelo, ha firmato un regolamento. Ci ha mentito, c'è un danno di immagine. L'omissione è un fatto per noi molto grave" continuano i grillini. La questione è ora all'attenzione di Di Maio, al quale spetta l'ultima parola a norma di regolamento. La condanna è stata tirata fuori dal candidato del centrosinistra, Michele Bordo, rivale nello stesso collegio.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale, auto esce fuori strada e si schianta contro un albero: muore 44enne

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Terremoti, la Capitanata zona a rischio. Gargano fu devastato da uno tsunami. "A Foggia due edifici su tre non sono a norma"

  • Grave incidente stradale sulla Statale 16: tenta inversione a 'U' e prende in pieno un'auto, 4 feriti

  • Grave incidente stradale in A14: sei feriti in tre tamponamenti, grave un uomo di Manfredonia

  • Si torna a sparare a Manfredonia: agguato (fallito) in zona Asi, nel mirino il fratello del boss Miucci

Torna su
FoggiaToday è in caricamento