rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Spezzati sottoscrive le proposte della Coldiretti: “Agricoltura vocazione della nostra terra che va difesa"

La candidata al Senato dei Fratelli d’Italia questa mattina ha incontrato i vertici della Coldiretti e sottoscritto le cinque proposte

Prosegue senza sosta la campagna elettorale di Antonella Spezzati, la candidata dei Fratelli d’Italia nel collegio senatoriale Puglia 8, che punta sulla concretezza e sulla coerenza per convincere gli elettori a credere in lei, l’imprenditrice tornata a Foggia per non darla vita alla malavita. Antonella Spezzati questa mattina ha sottoscritto le cinque proposte di Coldiretti per la difesa dell’agricoltura, che per la provincia di Foggia “è storia, cultura ed economia e rappresenta le nostre radici ed il nostro futuro”.

Vita da comitato dei Fratelli d'Italia

Spezzati ha incontrato il presidente Giuseppe De Filippo, dirigenti, dipendenti e responsabili territoriali di Coldiretti, che ha ringraziato per “il prezioso momento di confronto e di discussione, per ragionare delle necessità di questo comparto e delle iniziative che dal punto di vista legislativo occorre mettere in campo per tutelarlo adeguatamente”. Per la candidata dei Fratelli d’Italia “il comparto agricolo, in particolare in Capitanata, invoca innanzitutto più sicurezza. Ho ascoltato questa richiesta di attenzione dalla voce di chi vive e lavora ogni giorno nelle nostre campagne. Dobbiamo riaffermare con determinazione la presenza dello Stato, combattendo quell’illegalità che è un freno allo sviluppo, oltre che fonte di paura”.

E ancora: “Valorizzare il nostro patrimonio più prezioso significa naturalmente partire dalla difesa del Made in Italy. Una priorità assoluta che va declinata potenziando la lotta alla concorrenza sleale e alla contraffazione. Un processo che, ovviamente, non può che avere nelle organizzazioni di categoria un punto di riferimento”

Antonella Spezzati ha quindi aggiunto “l’estensione dell’obbligatorietà dell’etichettatura a tutte le filiere che rappresentano un’eccellenza italiana, assieme alla rimozione del segreto sulle importazioni e ad un miglioramento dell’impianto normativo sui reati agroalimentari, sono interventi a cui il nuovo Parlamento dovrà lavorare da subito. Azioni che Coldiretti ha proposto e per le quali mi batterò con convinzione, in coerenza con l’idea che difendere la qualità dei nostri prodotti significhi difendere l’Italia”

E concluso: “I nostri agricoltori chiedono una burocrazia più snella ed una migliore politica di raccordo e sinergia tra i vari passaggi della filiera, consolidando così un primato tutto italiano ed attivando strategie utili ad aumentare la competitività delle nostre imprese, fuori e dentro il mercato nazionale. Il mio impegno e quello del centrodestra sono al servizio di questi obiettivi, al servizio della vocazione più profonda della mia terra”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spezzati sottoscrive le proposte della Coldiretti: “Agricoltura vocazione della nostra terra che va difesa"

FoggiaToday è in caricamento