rotate-mobile
Politica

PSI, Benvenuto: “Mongelli sindaco dei fallimenti, inefficiente ed incapace”

“Questo sindaco prima va via è meglio è per tutti. Nessuno sentirà la sua mancanza. Anzi. L’intera città gli sarà infinitamente grata se smette immediatamente di fare tanti danni a poveri ed onesti cittadini”

“Io non ho mai affermato “adesso gli aizzo contro i lavoratori”, riferendomi al sindaco, come viene invece erroneamente e falsamente riportato da alcuni giornali e/o giornaletti locali” ha dichiarato oggi il consigliere comunale del PSI, Angelo Benvenuto. Anzi, ritengo che sia stato lui stesso, nella sua relazione, ad aizzare gli ex dipendenti di Foggia Servizi nei confronti degli amministratori della giunta Ciliberti, addossando a questi ultimi il fallimento dell’Azienda.

”Ciò che invece è vero ed evidente, ed appare sempre più urgente e necessario, è la necessità di riportare al governo della città, personalità competenti e capaci, espressioni della buona politica e della volontà popolare democraticamente manifestata, in grado quindi di contemperare sempre e bene la “buona amministrazione” ed il rispetto e la tutela delle giuste e sacrosante aspettative delle popolazioni foggiane” ha continuato Benvenuto, dopo aver appreso delle dichiarazioni rilasciate ad un giornale locale dall’Ing. Mongelli e da alcuni altri consiglieri, relativamente a quanto accaduto in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale  ed alle questioni di  legalità ad esso strettamente connesse.

Sono molti anni ormai, all’incirca dal 2010, che la nostra città registra un peggioramento di tutti gl’indicatori relativi alla qualità della vita percepita, che relegano ormai Foggia  in tutte le  graduatorie in uno degli ultimi posti fra tutti i Comuni italiani capoluoghi di Provincia. Questo sindaco, che registra il più basso indice di gradimento tra i cittadini (come riportato da più parti) e che è palesemente il meno amato e stimato dai foggiani dal dopoguerra ad oggi, ha, nel corso degli anni in cui ha svolto il proprio mandato, registrato alcuni tra i più illustri e famosi successi amministrativi che mai la città di Foggia abbia visto.

Ha svenduto la divisione commerciale dell’AMGAS (basta calcolare il numero delle utenze per il valore medio commerciale delle stesse per rilevarlo in tutta evidenza), ha fatto fallire la società AMICA SpA (mettendo poi il tutto nelle mani dei baresi, in cambio, forse, di una partecipazione minoritaria e del tutto marginale nella Società AMIU di proprietà del Comune di Bari), ha fatto fallire “Daunia Ambiente” e “Amica Servizi”, ha fatto fallire “Foggia Servizi”, ha inasprito (e di molto) la pressione fiscale sui cittadini, aumentando i tributi locali ed inventandone di nuovi come la “tassa” di parcheggio, che viene versata interamente all’ATAF e nonostante ciò la stessa è sull’orlo del fallimento.

Non è riuscito ad aprire  in 5 anni il Teatro “U. Giordano” (al di la delle facili promesse più volte ribadite), oltre ad aver cancellato quasi del tutto il sistema di sicurezza sociale (prima tra tutti gli Asili Nido) negli anni costruito nella nostra città da tanti valenti dirigenti ed amministratori” ha ancora affermato il consigliere Benvenuto.

“Questo brillante sindaco di successo, ha fatto da solo quanto nemmeno la più dura crisi economica e finanziaria era riuscita a fare: ha rotto ogni residuo di coesione sociale nella nostra città, buttando sul lastrico centinaia e centinaia di famiglie che hanno pagato e pagano più di altri l’incapacità e l’insipienza di questo signore” ha ancora affermato il dott. Angelo Benvenuto.

Ha dichiarato più volte di aver ereditato un bilancio comunale in dissesto, ma omette di evidenziare che “tutti questi importanti obiettivi sono stati realizzati, a suggello dell’innegabile successo di questo sindaco, senza nemmeno risanare il Bilancio Comunale, come invece lo stesso vorrebbe far credere (il “Sistema Comune” nel suo insieme registra ancora, dopo quasi cinque anni dal suo insediamento, un disequilibrio di oltre 285 milioni di euro, nonostante i tagli ed i fallimenti pagati da tanti ceti della società cittadina)” ha, inoltre, dichiarato l’esponente del PSI.

“Il ritardo cronico (ed ingiustificato) nel formulare e portare in discussione i documenti contabili è il segno evidente, attuale ed innegabile dell’inefficienza e della incapacità di questo sindaco e dell’attuale Amministrazione Comunale (ad oggi, 05 Novembre, a fine anno cioè, ancora non si conoscono, nemmeno di massima, il Bilancio di Previsione (dicasi Previsione. Viene da ridere), il P.E.G. ed il Rendiconto 2012). Questo Sindaco prima va via è meglio è per tutti. Nessuno sentirà la sua mancanza. Anzi. L’intera città gli sarà infinitamente grata se smette immediatamente di fare tanti danni a poveri ed onesti cittadini”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PSI, Benvenuto: “Mongelli sindaco dei fallimenti, inefficiente ed incapace”

FoggiaToday è in caricamento