Foggia, ancora una speranza per il centro diurno Alzheimer del Don Uva

Alessandra Saponaro, segretario provinciale di Realtà Italia: "Quella strutture è una risorsa, non deve chiudere"

Sit-in di protesta per il Don Uva

Al via la rivisitazione del piano aziendale del centro diurno Alzheimer all’Opera Don Uva di Foggia, la cui data per la chiusura era stata individuata ieri, 1° luglio. E’ quanto riferisce tramite una nota stampa Alessandra Saponaro, segretario provinciale di Realtà Italia che riporta la grave situazione del Don Uva, attualmente in concordato preventivo e che, per scongiurare il fallimento, ha avviato un ridimensionamento dei costi, con operazioni di riduzione del personale e contratti di solidarietà.

Tre i commissari giudiziari che, per due anni e mezzo, vigileranno sul buon andamento del concordato. Oltre al sacrificio dei dipendenti, l’impegnativa attività dei sindacati e della direzione amministrativa che stanno lavorando alla riorganizzazione e al riassetto aziendale per scongiurare la chiusura del Centro, in quanto servizio in passivo. Per il Segretario Provinciale di Realtà Italia questo non va: “oggi a Foggia abbiamo l’unico Centro Diurno che ospita malati di Alzhaimer; un centro di eccellenza, uno dei più moderni d’Italia con giardini terapeutici sensoriali utilizzati nel processo riabilitativo per la valorizzazione delle capacità residue”.

“Non permetteremo che il Centro Diurno chiuda -  continua Saponaro -  ma continueranno gli incontri con la direzione amministrativa e sanitaria, con alcuni familiari dei 15 utenti attualmente in carico, che hanno delegato l’avvocato Monaco a seguirli legalmente nella mediazione, attività congiunte che hanno portato a una proroga di 15 giorni, tempi in cui sarà necessario trovare una soluzione”.

La Regione Puglia ha la parte più importante la riclassificazione del’ex istituto ortofrenico per gli accreditamenti affinché i sevizi di mobilità passiva possano mantenere la propria attività al servizio delle persone e del territorio. “Ho incontrato anche il sindaco di Foggia Gianni Mongelli – conclude - stiamo verificando ogni possibile soluzione per dare continuità al servizio nelle more dell’accreditamento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Alzheimer costituisce un problema sociosanitario, non esiste una terapia risolutiva e rappresenta un dramma nel dramma per lo stigma che accompagna malati e familiari dalla diagnosi all’intero decorso del malattia; l’incidenza dei casi è raddoppiata negli ultimi 5 anni e la malattia, la più comune forma di demenza, a causa dell’invecchiamento della popolazione, è un fenomeno in continua crescita: per questo le strutture presenti sul territorio vanno mantenute ed incrementate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento