Il Gargano fa ancora i conti con l’alluvione: “Allarme sindaci è abbaio alla luna”

A lanciare l’allarme è il consigliere regionale, Napoleone Cera: “Non si può aspettare altro tempo! Basta con la stagione dei proclami e delle buone intenzioni"

Un anno fa l’alluvione sul Gargano, che mise in ginocchio prima San Marco in Lamis e poi le località turistiche da Rodi Garganico a Peschici. Furono queste le cittadine maggiormente colpite dalla bomba d’acqua che in quei provocò centinaia di milioni di danni e la morte del giovane allevatore Antonio Facenna e del 70enne Vincenzo Blenx. A distanza di un anno i segni della tragedia sono ancora lì: frane, smottamenti, canali ostruiti da pietre e detriti, strade chiuse o dissestate, abitazioni sgomberate.

Ciononostante il Gargano ha ripreso a correre, così come certificato dal numero dei turisti che hanno letteralmente preso d’assalto lidi, spiagge e campeggi della litoranea che collega Peschici a Vieste. Tanti i lavori appaltati, troppi quelli ancora in corso o fermi al palo. A lanciare l’allarme è Napoleone Cera, consigliere comunale di San Marco in Lamis e regionale dei ‘Popolari’: "Tra qualche giorno inizierà la stagione autunnale e i comuni garganici potrebbero ancora una volta fare i conti col maltempo. Ancora oggi ci sono comuni che hanno in piedi le ordinanze di sgombero per migliaia di cittadini. Non si può aspettare altro tempo! Basta con la stagione dei proclami e delle buone intenzioni".

SPECIALE ALLUVIONE, LA CRONACA DI UN DISASTRO

Cera aggiunge: "Tutti sappiamo che i comuni, come quelli del Gargano, non potranno, da soli, intervenire per far fronte a queste emergenze. L'allarme lanciato dai sindaci non può essere un abbaio alla luna”

E conclude: “Confido nel presidente Emiliano in un suo pronto intervento nel riprendere le fila di un discorso perso nelle stanze della burocrazia. È impensabile che per l'inerzia della Pubblica Amministrazione, in particolar modo del Governo e della Regione, una pioggia possa mettere in pericolo la vita umana”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento