menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggressione Vitulli, l'allarme di De Leonardis: "Episodi che rientrano in una preoccupante quotidianità"

Il commento del capogruppo di Alternativa Popolare: "I medici non possono essere sovraesposti all'umore mutevole, alla rabbia, all'esasperazione e alla violenza, senza alcuna difesa e protezione"

Sconcerto e preoccupazione, i sentimenti generati dall’aggressione di cui un medico in servizio è stato vittima la scorsa notte. “Episodi come quello accaduto al dr. Francesco Vitulli negli Ospedali Riuniti di Foggia ormai non sono più etichettabili come ‘sporadici’, ma rientrano ormai in una preoccupante, drammatica quotidianità, alla quale sono esposti in particolare coloro che prestano (lodevole) servizio nelle guardie mediche e negli ospedali, già costretti a sopperire a gravi carenze di organico e un carico di stress sempre maggiore un po’ ovunque su tutto il territorio regionale”, è stato il commento di Giannicola De Leonardis, presidente del gruppo Alternativa Popolare alla Regione Puglia.

“I medici non possono essere sovraesposti anche all’umore mutevole, alla rabbia, all’esasperazione e alla violenza, senza alcuna difesa e protezione”, continua De Leonardis, che poi esprime piena solidarietà e vicinanza al dr. Vitulli e ai suoi familiari, ai suoi colleghi e all’intero Ordine dei Medici, Chirurghi e Odontoiatri (le cui continue denunce e i cui ripetuti allarmi non sono riusciti a scuotere coscienze)”.

“Condanniamo fermamente quanto accaduto, pur consapevole che questo non può bastare, e che occorre a ogni livello una piena consapevolezza della gravità di una degenerazione che va affrontata e combattuta, per tutelare professionisti chiamati a un compito di vitale importanza e che devono poter lavorare con la necessaria serenità”, ha concluso il consigliere regionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento