menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Leonardo Iaccarino

Leonardo Iaccarino

Aggressione Mainiero, Iaccarino: “Frutto della disperazione di chi non ha più un lavoro”

Leonardo Iaccarino, consigliere comunale dell’Udc, non esprime solidarietà ma condanna con estremo convincimento l’atto: “Ciò che è accaduto ieri è il frutto di una politica che ha perso la bussola”

L’aggressione verbale e le minacce da parte di tre lavoratori della pubblica illuminazione all’indirizzo di Giuseppe Mainiero avvenuta ieri in Consiglio comunale, secondo Leonardo Iaccarino “è il frutto della disperazione raccolta nell'animo di chi da sette lunghi anni non ha più un lavoro”. Il capogruppo dell’UdC in Consiglio comunale esprime sì solidarietà “a pioggia” per il collega dei fratelli d’Italia, ma aggiunge: “è altrettanto vero che se un amministratore riesce a metterci la dose di saggezza ed intelligenza, tutto si supera”

Nel ricordare il tempestivo intervento degli uomini della polizia locale, che prima hanno calmato e poi allontanato i tre cittadini dall’aula, Iaccarino spiega anche di non aver volutamente espresso la durante la seduta la sua solidarietà, ma di aver utilizzato un profilo basso per calmare le acque. “È pur vero che ogni amministratore deve liberamente poter esprimere il proprio pensiero nell'assise comunale e fuori dell'aula ma é altrettanto vero che la disperazione della gente può portare a compiere gesti folli e irrazionali”

Prosegue l’esponente dello scudocrociato: “Non esprimo solidarietà ma condanno con estremo convincimento l'atto, ma oltre l'aspetto giudiziario che inevitabilmente coinvolgerà i tre disoccupati, ad oggi mi fermerei a riflettere e curerei l'aspetto umano”. Perché, continua, “ciò che è accaduto ieri in consiglio comunale è il frutto di una politica che ha perso la bussola, una politica che non ha più un contatto intimo con la gente, una politica che ragiona a colpi di calcoli aritmetici”.

Quindi, “Mainiero accusa Landella di fomentare questa gente, dall'altra parte la disperazione li porta ad avere una reazione esagerata. Prima che sia troppo tardi la politica deve capire che oltre il Palazzo c'è una parte della comunità in preda alla disperazione”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento