rotate-mobile
Politica Cerignola

Carabinieri aggrediti a Cerignola: "La guerra contro la criminalità è lontana dall'essere vinta"

Il commento del senatore di Forza Italia Massimo Cassano dopo l'aggressione subita nella giornata di oggi da alcuni carabinieri, durante un controllo in via Penne

“Pensavamo, sbagliando, che certe scene di degrado sociale e criminale, facessero ormai solo parte delle fiction e delle serie televisive sulle organizzazioni mafiose. Invece quanto accaduto a Cerignola, dove alcuni carabinieri che cercavano di arrestare uno spacciatore sono stati aggrediti dalla folla inferocita, ci risveglia dal torpore ricordandoci che anche in Puglia la guerra contro la criminalità più o meno organizzata è lontano dall'esser vinta, anche se purtroppo pochi sembrano averne ancora voglia di parlarne". E' il commento del senatore di Forza Italia Massimo Cassano, dopo l'aggressione subita nella giornata di oggi da alcuni carabinieri, durante un controllo in via Penne. 

"A quegli uomini delle forze dell'ordine che, pur se con stipendi bassi, combattono senza sosta e grande coraggio contro il degrado mafioso, la mia personale solidarietà. Al mondo delle istituzioni locali e nazionali l'accorata richiesta a non abbassare mai la guardia. Se la Puglia vuole realmente ripartire - conclude Cassano - dovrà prima liberarsi definitivamente delle ombre del malaffare, dell'inciviltà, dove pure resiste, del sottosviluppo culturale e scegliere a difesa della parte sana della società – che è maggioranza – di unirsi in una lotta senza confini in nome e per conto della legalità”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri aggrediti a Cerignola: "La guerra contro la criminalità è lontana dall'essere vinta"

FoggiaToday è in caricamento