menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pubblica illuminazione, Mainiero accende i fari sull’affidamento: “Perché un progetto di finanza ventennale?”

Il consigliere comunale d’opposizione prova a far luce sul possibile affidamento in Progetto di Finanza ventennale per l'erogazione e la gestione della pubblica illuminazione, inserito dal Comune nel piano triennale

Il capogruppo di Fratelli d'Italia-AN Giuseppe Mainiero ieri mattina ha tenuto una conferenza stampa in cui ha illustrato i contenuti del Programma triennale delle opere e dei servizi allegato al Bilancio di Precisione 2017/2019. Mainiero ha evidenziato come il Comune abbia inserito nel piano triennale un possibile affidamento in Progetto di Finanza ventennale per l'erogazione e la gestione della pubblica illuminazione, impegnando una dotazione finanziaria di 2.4 milioni di euro l'anno, rappresentata dal costo storico sostenuto dal Comune di Foggia, sostenendo che Landella non abbia rivelato alla città come mai abbia impiegato tre anni per abbandonare il mercato elettrico di salvaguardia che ha comportato una spesa superiore fino al 40% dei costi normali.

Sul punto, ha proseguito il consigliere: “Ho  presentato degli emendamenti per l’illuminazione pubblica per l'adesione alla Convenzione Consip che avrebbe consentito un risparmio di oltre un milione negli ultimi tre anni che si sarebbero potuti impiegare per chiudere le buche per le strade ed evitare nuove falle nel bilancio come evidenziato in una nota dal Responsabile Finanziario, che per iscritto evidenzia come non risultino pagate le fatture delle utenze anche per gli anni 2014/2015/2016 che, tradotto in soldoni, significa aver regalato un milione di euro all'anno”

Giuseppe Mainiero ha poi aggiunto: “Questa è la ragione che mi ha spinto  l'11 luglio scorso a chiedere formalmente al sindaco Landella la documentazione sulla pubblica illuminazione e gli estremi della convenzione Consip  (centrale acquisti dello Stato che permette di avere energie elettrica e manutenzione a costi contenuti). Sul punto nessuna risposta, l'assessore Bove in aula ha tenuto una "lectio magistralis" sul significato della pubblica illuminazione”

E sottolinea: “Dagli atti scopro che il giorno successivo alla mia interpellanza sul punto, una costituenda ATI, presentò al Comune di Foggia  un progetto di finanza e che i rappresentanti furono immediatamente ricevuti, a differenza del sottoscritto che ancora non riceve alcuna risposta a distanza di mesi.

L’esponente dei Fratelli d’Italia prosegue: “Siamo a marzo 2017, quando la Giunta Comunale approva una “relazione ex art.34 comma 20 e 21 ecc..” , relazione che non riporta il virgolettato vista la "copiosa" estrazione dal sito segretariogenerale.it, che a loro dire consentirebbe all'Ente di affidare in concessione ventennale con progetto di finanza la pubblica illuminazione, e concessione decennale la gestione e la manutenzione termica ed elettrica degli immobili di proprietà del Comune e di Foggia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento