Gino Lisa, De Leonardis interroga Emiliano-Nunziante: "Cosa riserva il futuro allo scalo foggiano?"

Sede della Protezione Civile e allungamento della pista: il consigliere regionale vuole sapere quali sono gli ostacoli e quanto è stato fatto finora

Giannicola De Leonardis

Il consigliere regionale Giannicola De Leonardis ha presentato oggi all’assessore alle Infrastrutture e Trasporti Antonio Nunziante e al presidente Michele Emiliano un’interrogazione urgente per spiegare, non solo a lui “ma anche e soprattutto alla comunità foggiana e pugliese, come l’attuale esecutivo intende procedere, e con quale tempistica, per assicurare finalmente l’inizio dei lavori di adeguamento infrastrutturale dello scalo civile ‘Gino Lisa’ di Foggia, sia relativi alla nuova destinazione come sede regionale della Protezione Civile, che per l’allungamento della pista. Illustrando gli ostacoli e le difficoltà che si stanno eventualmente incontrando, e quanto invece concretamente fatto”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo finanziamento per i lavori di allungamento della pista risale infatti all’ormai lontano 2011, e De Leonardis nell’interrogazione ha ricordato sommariamente i passaggi più controversi e contraddittori di una vicenda ormai oltre i limiti del grottesco. In parallelo, “il 3 ottobre 2017 un atto di indirizzo della Giunta regionale ha indicato il ‘Gino Lisa’ come sede operativa della Protezione Civile regionale, scelta dettata anche e soprattutto dalla necessità di poter utilizzare i 14 milioni di finanziamento ancora disponibili senza correre il rischio di infrazioni” ha continuato, “ma non è stata fornita ulteriore spiegazione su tempistica e modalità della nuova iniziativa. Il 14 dicembre 2017 si è svolto un sopralluogo presso lo scalo foggiano, con tecnici della Protezione Civile e della struttura tecnica regionale; successivamente, in occasione della discussione in aula del Bilancio di Previsione 2018, sono stati stanziati 150mila euro per ‘elaborare gli studi funzionali all’allungamento della pista dell’aeroporto foggiano’. E da allora, non si hanno più notizie né sulla pubblicazione del bando per l’allungamento della pista, né sui lavori necessari per l’adeguamento dello scalo foggiano a sede regionale della Protezione Civile” le sue considerazioni. Da qui l’interrogazione, mirata a fare luce sull’attuale situazione, e capire cosa riserva il futuro allo scalo foggiano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento