Prc Foggia, referendum: “Ora no alla vendita del 40% dell’Ataf ai privati”

"Speriamo che la giunta Mongelli prenda atto del fatto che a Foggia si sia superato il quorum, oltre che dell'abrogazione dell'art. 23 bis del dl n.112 del 25 giugno 2008, primo quesito referendario"

In continuità con le elezioni comunali di 15 giorni fa gli italiani si sono espressi contro il governo di destra riappropriandosi della politica e del destino del paese. Ci auguriamo che anche la giunta comunale prenda atto dell’abrogazione dell’art. 23 bis (Servizi pubblici locali di rilevanza economica) del decreto legge 25 giugno 2008 n. 112, primo quesito referendario, e rinunci alla vendita del 40% dell’ATAF ai privati anche in considerazione che nella città di Foggia si è superato il quorum.

Ora tutto il centrosinistra deve impegnarsi a continuare sulla strada della partecipazione popolare alle scelte del paese e della città coinvolgendo tutti i soggetti che si sono attivati nella campagna referendaria con l’obbiettivo di sconfiggere la malapolitica ed il governo delle destre.


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento