rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Vigiano deluso dal Foggia Calcio: “Campagna abbonamenti discrimina i disabili”

Antonio Vigiano sottolinea come i disabili non siano solo quelli in carrozzella. Al presidente Lucio Fares aveva chiesto di prevedere degli sconti anche per i sordi

Il consigliere comunale Antonio Vigiano si dice rammaricato per la decisione del Foggia Calcio di non prevedere sconti per l’abbonamento dei disabili che non siano necessariamente soltanto quelli costretti a vivere in carrozzella, nei confronti dei quali sarebbero stati previsti 40 ingressi gratuiti a partita anche per i relativi accompagnatori. “Scelta questa alquanto discutibile in quanto genera comunque una discriminazione tra i disabili motori, in quanto ci saranno quelli che riusciranno ad accaparrarsi l’ingresso gratuito e tutti gli altri che non avranno la tale possibilità”.

L’avvocato foggiano evidenzia che la disabilità non è fatta solo di persone in carrozzella, ma anche di persone interessate da una disabilità invisibile, come ad esempio i sordi. “Proprio per i sordi della città di Foggia nei giorni scorsi ho contattato il presidente Dott. Lucio Fares, rappresentandogli che molti di loro mi avevano manifestato l’intenzione di abbonarsi alla prossima stagione calcistica del Foggia Calcio usufruendo di una scontistica, visto che altrimenti non avrebbero potuto permettersi l’acquisto dell’agognato abbonamento”.

CAMPAGNA ABBONAMENTI, ECCO L'INFERNO ROSSONERO

Vigiano aggiunge: “La presentazione della campagna abbonamenti ha vanificato la speranza di queste persone, come anche la speranza di tanti altri disabili che intendono pagare regolarmente il loro abbonamento, per seguire le partite della loro squadra del cuore, e che meritano, almeno a parere di chi scrive, una scontistica, tra l’altro prevista per altre categorie di persona.

Conclude il consigliere comunale e presidente della IV commissione: “Nella speranza che questo mio accorato invito possa essere recepito dalla proprietà del Foggia Calcio, a cui la sensibilità non manca, mi auguro che anche il sindaco Landella voglia essere portavoce di questa mia istanza, in quanto l’eliminazione delle barriere architettoniche, che questa amministrazione comunale si è impegnata a portare avanti, deve necessariamente riguardare anche le coscienze di chi può regalare un sorriso ai diversamente abili della nostra città che intendono gridare ogni domenica calcistica “Forza Foggia”.

           

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigiano deluso dal Foggia Calcio: “Campagna abbonamenti discrimina i disabili”

FoggiaToday è in caricamento