Politica Via Luigi Rovelli

Parco San Felice abbandonato e dimenticato. Buonarota: "Restituiamolo ai foggiani"

Secondo il consigliere comunale "un intervento tempestivo però dovrebbe riguardare l'auditorium, il quale potrebbe essere recuperato semplicemente smantellandone le mura"

Abbandonato, dimenticato, vandalizzato: è il Parco San Felice. A mettere al corrente l'amministrazione comunale delle pessime condizioni del polmone verde di Foggia, ci pena Luigi Buonarota, consigliere comunale e capogruppo di 'Lavoro e Libertà'.

AUDITORIUM. Quello che maggiormente preoccupa è lo stato dell'auditorium, completamente aperto e al cui interno è possibile trovare di tutto: calcinacci, immondizia, escrementi, siringhe e pezzi di ferro pericolosamente penzolanti. Chiunque può entrare in questa struttura, anche un bambino, ed è inutile che vi dica quanto possa essere rischioso, oltre ad essere veicolo di malattie.

ILLUMINAZIONE. "Da troppi mesi l'illuminazione non è più in funzione a causa dei furti di rame. Questo rappresenta anche un pericolo per la sicurezza delle persone che quotidianamente vi si recano per correre o semplicemente per fare una passeggiata. Va aggiunto che molti tombini, estremamente profondi, risultano pericolosamente scoperti, non solo in prossimità dei sentieri, ma anche nell'erba, dove chiunque potrebbe finirci dentro senza accorgersene.

ALBERI. I sentieri interni, insieme al percorso ciclabile, in alcuni punti presentano rotture e dossi particolarmente pericolosi: tutto questo è causato dalle radici dei pini. Non si capisce come mai in passato non siano stati piantati alberi le cui radici crescono in profondità, piuttosto che i pini le cui radici causano questo tipo di problemi.

BANCARELLA. Infine c'è da segnalare l'espansione di una bancarella che col tempo è diventato un vero e proprio parco nel parco. L'amministrazione e le autorità nei giorni scorsi hanno dato via ad un'operazione volta a risolvere il problema dell'abusivismo, ma non si capisce perché questa bancarella non sia stata presa in considerazione. Avrà per caso l'autorizzazione?

L'APPELLO. Urge, quindi, un tempestivo intervento per restituire ai foggiani l'unico vero parco, luogo in cui in passato era possibile portare i propri figli e farli giocare in uno spazio verde. Oggi, invece, chi avrebbe il coraggio di far andare i propri figli al Parco San Felice? Un intervento tempestivo però dovrebbe riguardare l'auditorium, il quale potrebbe essere recuperato semplicemente smantellandone le mura: infatti la struttura portante è in legno e con i posti a sedere di fronte potrebbe essere comunque utilizzato per organizzare concerti e qualsiasi tipo di manifestazione.

L'amministrazione Landella ama o non ama gli spazi culturali ove poter far esibire i nostri ragazzi? O esiste solo Piazza Umberto Giordano? Questo è il quesito!"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco San Felice abbandonato e dimenticato. Buonarota: "Restituiamolo ai foggiani"

FoggiaToday è in caricamento