rotate-mobile
Politica

Lotta alla pedofilia, il 5 maggio giornata nazionale

Difendiamo i nostri bambini e assicuriamo loro un'infanzia senza insidie.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

"I bambini il nostro futuro. Spesso, sono proprio gli adulti a inficiare il loro domani" E' quanto afferma la referente provinciale del Dipartimento Tutela Vittime di Fratelli d'Italia, Antonella Zuppa, in occasione del 5 maggio, la Giornata Nazionale per la lotta alla pedofilia. "Negli ultimi anni"- continua A. Zuppa- "l'uso massiccio e incondizionato di internet ha esposto i minori a frequenti rischi di adescamento. Infatti, si è diffuso, di recente, il grooming ovvero adescamento on line cioè la tecnica usata dai pedofili per entrare in contatto con i propri interlocutori."

Attraverso dialoghi via chat, forum, sms o social, si costruisce un rapporto di fiducia con il minore che viene indotto facilmente a un incontro o a dare informazioni sulla propria vita privata. A volte, piccoli regali come ricariche telefoniche aiutano ad attirare a sé il bambino. Si tratta, purtroppo, di un fenomeno in forte espansione le cui vittime hanno un'età compresa tra i 10 e i 12 anni. Secondo un'indagine condotta da EuKids, circa il 30% di un campione di 25mila bambini europei, ha affermato di aver conosciuto persone estranee attraverso internet. L'Italia, ratificando la Convenzione di Lanzarote, nel 2012, ha introdotto il reato di adescamento di minorenni. Internet è solo, però, uno dei tanti pericoli non dimentichiamo che in Europa 1 bambino su 5 è vittima di abusi sessuali e il mostro è spesso un parente. Nella maggioranza dei casi vige una certa omertà che protegge il pedofilo a danno del minore. A questo, poi, bisogna aggiungere che circa il 67% dei pedofili rimane impunito per insufficienza di prove. Diffuso, poi, è anche il turismo sessuale: in Italia, circa 80 mila persone partono, ogni anno, per un viaggio alla ricerca di piaceri con minorenni. Conclude la referente: " La giornata dedicata alla lotta alla pedofilia dovrebbe essere vista come un momento di attenzione e sensibilizzazione per prevenire qualsiasi tipo di abuso o sfruttamento dei minori. Dovrebbero esserci delle azioni mirate e di coordinamento tra le famiglie e la scuola da un lato e dall'altro lo Stato dovrebbe imporre la certezza della pena. Non è possibile far franca per chi distrugge il presente e il futuro delle nuove generazioni. I bambini si fidano di noi e il nostro compito è quello di proteggerli."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla pedofilia, il 5 maggio giornata nazionale

FoggiaToday è in caricamento