Politica

Alloggi per anziani, Longo torna a pungere Mongelli: “RItardo grave e vergognoso"

Bruno Longo: “Opera pubblica trascurata e dimenticata, mentre aventi diritto sono costretti a vivere in alloggi impropri, antigienici o per strada”

Torna alla carica Bruno Longo. Il consigliere comunale de “La Destra” scrive al sindaco e al presidente del Consiglio, e per conoscenza al prefetto e al procuratore della Repubblica del capoluogo dauno, in merito agli “insostenibili ritardi nella realizzazione e consegna di 32 alloggi del bando “Sper Anziani”, opera pubblica finanziata totalmente a carico della Regione Puglia, che – precisa Longo - “a dispetto di quanto falsamente e demagogicamente  affermato dal sindaco Mongelli e dall’assessore Agnusdei, risulta essere compromessa e abbandonata all’incuria ed ai furti di materiale edile, nonostante una inutile vigilanza notturna che consente a chiunque di rubare di giorno.

A dieci anni dall’approvazione del progetto, “tra appalti, subappalti, rescissione di contratti e mancanza di controllo degli uffici incaricati, gli alloggi risultano incompleti” – nonostante, spiega Longo – “le rassicurazioni del sindaco circa il completamento dell’opera che sarebbe dovuto avvenire nella primavera del 2012”. Nel frattempo però – continua – “gli aventi diritto sono costretti a vivere in alloggi impropri, antigienici o per strada”

Il ritardo, che il consigliere d’opposizione ritiene “vergognoso”, sarebbe ancor più grave perché i soggetti all’epoca dei fatti interessati, hanno raggiunto una età dove l’aspettativa di vita è assai ridotta, tant’è che alcuni assegnatari sono ormai deceduti. “Il comitato degli assegnatari dei suddetti alloggi guidati dal sig. Stallone Francescopaolo, nonostante le innumerevoli richieste inoltrate, sono stati sistematicamente presi in giro da tecnici ed amministratori, a testimonianza della scarsa attenzione della giunta Mongelli per i problemi sociali: in nove anni di amministrazione di centrosinistra, da Ciliberti a Mongelli, non sono stati mai stati costruiti e consegnati alloggi per i meno abbienti”.

Nell’interpellanza scritta, Bruno Longo chiede di conoscere i “i motivi per i quali un’opera pubblica, originariamente a costo zero per l’amministrazione comunale, ad oggi diventa, per il suo completamento, un gravoso onere finanziario per l’Ente, quantificabile intorno al milione e centomila euro, oltre le spese per la succitata vigilanza notturna dell’immobile.

I motivi per i quali un’opera pubblica, a costo zero per il Comune, così importante, vista la fame di alloggi, sia stata trascurata, dimenticata e non attentamente monitorata”. Infine, se Mongelli “abbia intenzione o meno di riferire in aula circa tutte le opere pubbliche incompiute, comprese quelle dovute e mai realizzate dai soliti imprenditori edili della città, che, grazie a stretti rapporti con dirigenti e amministratori, ottengono sempre e comunque tutto, a danno di chi, i cittadini tutti, evidentemente, non hanno la forza di quei rapporti privilegiati”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alloggi per anziani, Longo torna a pungere Mongelli: “RItardo grave e vergognoso"

FoggiaToday è in caricamento