rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Partner

Ecco perché l’udito è il più “sociale” dei 5 sensi

Fondamentale per la consapevolezza dell’ambiente che ci circonda, è spesso trascurato

La perdita dell’udito è un fenomeno in continuo aumento, dato il forte inquinamento acustico che contraddistingue la nostra realtà urbana.

Questo senso viene continuamente messo a dura prova dai forti rumori presenti nella quotidianità: essere immersi nel traffico intenso, trovarsi in un bar affollato, partecipare ad un concerto o ad una partita presso uno stadio affollato sono tutti eventi che superano gli 80 decibel, limite oltre il quale la delicata struttura dell’orecchio può subire danni.

Purtroppo, il problema viene spesso sottovalutato.

Il calo della capacità uditiva viene considerato un fisiologico decadimento dell’organismo, non prendendo in considerazione le conseguenze che questa difficoltà si trascina dietro: il forte impatto sulla vita sociale dell’individuo, che si sentirà progressivamente sempre più isolato.

Uno studio internazionale, presentato al Parlamento Europeo in occasione del World Hearing Day 2018, ha rilevato che la perdita parziale dell'udito accresce la probabilità di demenza (+21%) e di depressione (+43%); inoltre, lo studio ha evidenziato come le persone con un disturbo dell'udito non curato abbiano un rischio maggiore di non riuscire più a svolgere le semplici attività quotidiane, come mangiare, vestirsi e farsi la doccia, limitandone in maniera importante l’autosufficienza.

Fortunatamente, gli studi e l’avanzamento tecnologico sono serviti anche a migliorare le protesi acustiche, rendendole molto più funzionali, sofisticate ed efficaci di quanto non fossero una volta.

Pertanto, se si dovesse riscontrare una difficoltà uditiva, è fortemente consigliato approfondire rapidamente le cause e rivolgersi a dei professionisti quali, per esempio, i membri dello staff di Novacustica, azienda di ventennale esperienza che lavora quotidianamente presso i centri di Foggia, Manfredonia, San Giovanni Rotondo e Monte S. Angelo, nella provincia di Foggia, dal Subappennino al Gargano, in studi medici associati, farmacie, centri specializzati e associazioni organizzando screening uditivi e campagne di prevenzione al fine di dare un servizio al paziente e nel contempo diffondere l’importanza del controllo periodico uditivo, il tutto gratuitamente.

È possibile, quindi, recarsi presso il loro studio o in una delle sedi con le quali collaborano per effettuare un esame audiometrico gratuito e valutare insieme la soluzione migliore.

Per avere maggiori informazioni, puoi andare sul sito di Novacustica e compilare il form, oppure contattarli tramite mail.

Se preferisci, chiama il numero 0881662066, attivo lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 16:30 alle 20:00

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco perché l’udito è il più “sociale” dei 5 sensi

FoggiaToday è in caricamento