Lunedì, 27 Settembre 2021

Radiologia Interventistica, curare le ernie con interventi mininvasivi

Una branca della Radiologia che permette al paziente, con problemi di ernia, di essere operato in modo completamente sicuro, senza dover incidere più la cute, ma intervenendo con dei semplici aghi

Percorsi diagnostico-terapeutici personalizzati sul singolo paziente, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, terapie estremamente efficaci, poco invasive, non traumatiche, minor rischio e riduzione del disagio per il paziente e la netta riduzione dei tempi di recupero dopo il trattamento costituiscono i maggiori vantaggi delle tecniche operatorie di Radiologia Interventistica. Moltissime patologie, da quelle più diffuse (come l’ernia del disco o il varicocele) fino a quelle più gravi e complesse (neoplasie epatiche o renali, traumi della colonna vertebrale, aneurismi cerebrali) sono oggi curabili grazie alle nuove metodiche terapeutiche mini-invasive, effettuabili in Radiologia Interventistica.

Il San Francesco Hospital, la struttura del Gruppo Telesforo, sta ampliando ulteriormente la propria offerta assistenziale offrendo ai pazienti la possibilità di trattamento delle ernie del disco, mediante tecnica mininvasiva di Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. La lombalgia o lombosciatalgia da ernia non espulsa del disco intervertebrale ha assunto i caratteri di malattia sociale, per la sua incidenza e per il grado di disabilità che ne consegue. “Il trattamento di Nucleoplastica è indicato nei casi di lombalgie refrattarie alla terapia medica; si esegue in anestesia locale, per via percutanea con l’introduzione di un piccolo ago nel disco vertebrale, mediante impulsi di radiofrequenza” dice il dott. Francesco Florio, già Primario del Reparto di Radiologia Interventistica presso l’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo, con oltre 35 anni di esperienza e con oltre 2mila trattamenti eseguiti.

“La Radiologia Interventistica è una vera e propria nuova branca della Radiologia, che consente allo Specialista (il Radiologo Interventista) di poter effettuare interventi terapeutici mini-invasivi, per via per-cutanea, ossia senza ricorrere alla Chirurgia” dice ancora il Dott. Florio. Le moderne metodiche radiologiche (l’Ecografia, l’Angiografia, la TAC o la Risonanza Magnetica) permettono di ottenere la mappa anatomica dei vasi sanguigni e degli organi interni, grazie alla quale il radiologo Interventista può seguire passo dopo passo, in modo sicuro ed efficace, il percorso dello strumentario terapeutico (piccoli cateteri, sonde, aghi) per raggiungere qualsiasi area anatomica del corpo umano e trattare la malattia in modo mirato e selettivo.

Per prenotare una visita o un esame è necessario recarsi agli sportelli del centro 7 giorni su 7 dalle 8 alle 20, chiamare il numero 0881.17.70.111 o inviare una richiesta tramite Whatsapp al numero 349.326.24.56.

Si parla di

Video popolari

Radiologia Interventistica, curare le ernie con interventi mininvasivi

FoggiaToday è in caricamento