Cislaghi lancia un'idea ai commercianti: “Posteggia fuori dal centro, l’euro lo rimborsiamo noi”

"Che fine hanno fatto le promesse di istituire i posteggi di scambio e il Park and Ride? Che fine hanno fatto le promesse di agevolare gli spostamenti in bicicletta?"

Per permettere a più persone facile accesso al centro di Foggia, Giorgio Cislaghi, segretario del circolo Prc ‘Che Guevara’, invita il super dirigente di Ataf a rifarsi alle esperienze di altri comuni che sono riusciti a risolvere il problema attenuando l’afflusso dei veicoli.

L’esponente del Prc lancia l’idea di un posteggio a lunga sosta intorno all’area dell’ex Ippodromo che potrebbe – a suo parere – diventare un park and ride diffuso. Cislaghi si lascia andare a delle provocazioni con il chiaro obiettivo di stimolare l’elaborazione delle idee utili a riprendere il percorso che nelle intenzioni del governo Mongelli avrebbe portato a Foggia Capitale.

IL CISLAGHI PENSIERO | “Dopo gli annunci della “rimodulazione del servizio” fatti dal presidente/direttore di ATAF, aspettando che sia diffuso il nuovo orario delle corse in vigore dal 16 settembre per valutare se si tratta di un potenziamento del servizio o, più probabilmente, di una sua contrazione con “ottimizzazione” delle corse, non possiamo ignorare che non c’è traccia di un “piano per la mobilità sostenibile”, anche se questa è la mission affidata all’azienda che si occupa della gestione del trasporto pubblico.

Che fine hanno fatto le promesse di istituire i posteggi di scambio e il Park and Ride? Che fine hanno fatto le promesse di agevolare gli spostamenti in bicicletta? Basterebbe che qualcuno dell’Ataf chiedesse una consulenza all’assessore Ferrandino per avere lumi sul da farsi perché nel progetto Musa, che propone di “Agire sulla mobilità sostenibile nei centri storici per renderli attrattivi, accessibili, vivibili”, vi sono buoni consigli per affrontare il problema.  

Come abbiamo avuto modo di spiegare al super dirigente, per avere idee su come permettere a più persone l’accesso al centro città basta rifarsi alle esperienze di altri comuni che lo hanno risolto attenuando, contemporaneamente, l’afflusso di auto. Riuscire a centrare questo obbiettivo è oggi l’unico aiuto valido che si può dare al commercio perché è solo aumentando i possibili acquirenti che si può sopperire alla contrazione dei consumi dovuta alle conseguenze di una crisi economica che ha impoverito le famiglie e condannato alla disoccupazione i giovani.

Dopo avere inutilmente atteso proposte concrete, dopo aver visto fallire un timido tentativo di sperimentazione di un servizio di Park and Ride (nel 2011), dopo aver constatato la scarsa utilità delle corse gratuite nel periodo natalizio (nel 2012), ci permettiamo di fare una proposta concreta che, con tutte le approssimazioni possibili, vuole essere uno stimolo al fare.

La prima considerazione da fare è che a Foggia non ci sono posteggi per la “lunga sosta” a tariffa conveniente, ossia dei posteggi posizionati in zone semiperiferiche, ben servite dai mezzi pubblici, che hanno lo scopo di permettere l’accesso al centro città a molte persone.

La seconda considerazione da fare è che questo progetto, almeno nella fase iniziale, non deve impegnare risorse, se non quelle strettamente necessarie allo svolgimento del servizio, e deve coinvolgere attivamente tutti gli “stakeholder”, in primo luogo i commercianti del centro e le loro associazioni.

L’area che riteniamo abbia le caratteristiche migliori per istituire un posteggio di lunga sosta a basso costo è quella dell’ex Ippodromo compresa tra via Galliani, viale Fortore e via Guglielmi, perché è  relativamente vicina al centro urbano, con poco traffico veicolare e dove possono essere ospitate una discreta quantità di automobili senza creare intralcio alla circolazione.

Un ulteriore incentivo al posteggio potrebbe arrivare dall’abbinamento, a tariffa scontata, della sosta al biglietto dell’autobus. Non va esclusa la possibilità di sperimentare un servizio bus dedicato in alcuni giorni (per esempio il venerdì e il sabato) per sperimentare un Park an Ride a “mezzo servizio” e valutarne meglio l’efficacia (il percorso che suggeriamo è: piazza Cavour, via Galliani, viale Fortore, via Guglielmi, via Caggese, via Galliani, piazza Cavour).

Pensiamo che si possano coinvolgere i commercianti del centro lanciando una campagna “posteggia fuori dal centro, l’euro te lo rimborsiamo noi” (dopo un acquisto), magari producendo una brochure che promuova le vie della città e le attività che aderiscono all’iniziativa, valorizzando i numerosi palazzi storici e chiese del centro o attivando il chioschetto dell’ufficio per il turismo posizionato nell’isola pedonale.

Questa è solo un’idea o, se si vuole, solo una provocazione che speriamo raggiunga lo scopo di stimolare la produzione di idee, e di proposte, su come promuovere il centro città favorendo il commercio e un possibile sviluppo del turismo. Possiamo solo sperare che si riavvii un confronto sul futuro della nostra città, su una possibile espansione dell’isola pedonale e valorizzazione del centro storico, per farla diventare una vera capitale della nostra provincia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

  • Coronavirus: 75 casi in provincia di Foggia, in Puglia sono 301 e tre morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento