life Mattinata

L'attracco selvaggio sta distruggendo la baia di Vignanotica, l'appello di Legambiente

L'associazione ambientalista ha raccolto le segnalazioni dei tanti utenti che vi giungono perchè attratti dalla bellezza della baia garganica. Salcuni: "Non c'è regolamentazione: occorre porre rimedio"

“Vignanotica non è più Vignanotica: l'attracco selvaggio di barche rischia di uccidere il turismo di una delle baie più belle e incontaminate del Gargano”. E’ questa la denuncia – diretta e senza troppi giri di parole - di Legambiente in queste settimane ha ricevuto numerose segnalazioni e lamentele soprattutto da utenti abituali, attratti dalla bellezza naturalistica della valle e della baia di Vignanotica, “di coloro che, se vogliamo, da anni rappresentano il target turistico ideale del Parco nazionale del Gargano, quello che coniuga il turismo balneare con l'attenzione a una natura prorompente e integra”.

Dalle parole, ai fatti. “Abbiamo visitato di persona Vignanotica – spiegano da Legambiente – e abbiamo dovuto constatare che la baia è devastata dall'attracco continuo di decine di barconi di turisti provenienti sia da direzione Vieste che da direzione Mattinata. Senza regolamentazione alcuna, di continuo i natanti sbarcano decine di persone per una breve sosta, disturbando la tranquillità della spiaggia ed emettendo rombi e fumi che nulla si addicono alla natura dei luoghi e alle aspettative del turista della baia”.

Franco Salcuni, del direttivo nazionale dell’associazione ambientalista e presidente del circolo Legambiente FestambienteSud dichiara: “Chiediamo alla Capitaneria di Porto di Manfredonia, ai comuni di Vieste e Mattinata, di cui la baia rappresenta il confine e al Parco Nazionale del Gargano, se esiste un regolamento dei flussi di barche, se le strutture di attracco poste sul bagnasciuga sono autorizzate e da chi, se, nel complesso sono a conoscenza della situazione ed eventualmente quali iniziative intendono intraprendere per porvi rimedio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attracco selvaggio sta distruggendo la baia di Vignanotica, l'appello di Legambiente

FoggiaToday è in caricamento