life

Gestione rifiuti, Russo: “Progetto ‘porta a porta’ depositato, attendiamo fondi”

"Diffondere e radicare la coscienza civica dei foggiani è uno dei compiti tanto dell'amministrazione comunale che delle associazioni"

Per avviare il sistema della raccolta differenziata “Porta a porta” servono stabilità nella gestione del ciclo dei rifiuti e soprattutto i fondi europei già disponibili ma in attesa di essere sbloccati. A suo tempo il Comune di Foggia aveva presentato un progetto, fermo e non ancora approvato in Regione "per via della crisi delle società comunali".

L’assessore all’Ambiente, Pasquale Russo, risponde tanto alle critiche quanto alle proposte avanzate pubblicamente da due associazioni cittadine rispetto all’organizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti da parte di Amiu SpA: “Con l’insediamento del nuovo gestore si prevede l’acquisto di cassonetti e potranno essere valutate operativamente le richieste di incremento e ricollocazione anche nelle aree indicate dalle associazioni. Così come potremo valutare con Amiu l’impiego di un mezzo specificamente per la raccolta degli ingombranti, insieme alle misure ritenute più idonee per potenziare la raccolta degli apparati elettrici, oggi garantita con risultati apprezzabili dalla convenzione tra Comune e Puglia Recupero”

“Quanto all’ordinanza sindacale che vieta il conferimento dei rifiuti nei giorni festivi – aggiunge l’assessore all’Ambiente – è una prassi diffusa praticamente sull’intero territorio nazionale ed ha anche lo scopo di contenere i costi del servizio, riducendo il ricorso a straordinari e festivi. Anche questo aspetto, però, sarà valutato con Amiu per eventuali correttivi partendo da una premessa auspicabilmente condivisa: i cittadini devono essere disponibili a comprendere la ragione che presiede all’adozione di una regola e devono imparare a rispettarla”

Per Russo lamentare la carenza di controlli rispetto alle discariche a cielo aperto è legittimo, ma – a suo parere – la Polizia Municipale non può occuparsi esclusivamente di presidiare le periferie o la tangenziale “per impedire che delinquenti ed incivili inquinino ed imbrattino la città”

“Diffondere e radicare la coscienza civica dei foggiani è uno dei compiti tanto dell’amministrazione comunale che delle associazioni, dalle quali mi aspetto critiche anche aspre e non polemiche strumentali e fondate su elementi inesistenti, aspettandoci suggerimenti che siamo pronti ad accogliere. Se condividiamo questo principio – conclude Pasquale Russo – possiamo, insieme, rendere migliore la gestione del ciclo dei rifiuti e con essa la nostra città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione rifiuti, Russo: “Progetto ‘porta a porta’ depositato, attendiamo fondi”

FoggiaToday è in caricamento