Monteparano comune riciclone di Puglia, male la città di Foggia

Nella graduatoria dell'edizione pugliese di Comuni Ricicloni 2011, su 258 comuni Foggia si posiziona al 186esimo posto, penultima tra i capoluoghi di Regione con il 9% di raccolta differenziata

Rifiuti a Foggia

Restano "ancora poche" in Puglia le "esperienza positive" legate alla raccolta differenziata. Ne é convinto il vicepresidente nazionale di Legambiente, Stefano Ciafani, che alcuni giorni fa ha presentato a Bari la quarta edizione del rapporto regionale dedicato ai rifiuti ed allo stato delle raccolte differenziate nella regione.

Secondo Ciafani, per "voltare pagina definitivamente si dovranno replicare le buone pratiche gestionali di raccolta domiciliare in tutte le Ato, iniziando dai Comuni capoluogo, sul modello di quanto fatto in altre grandi città del meridione d'Italia come Salerno o Avellino che grazie al porta a porta hanno raggiunto il 70 per cento di raccolta differenziata. Un obiettivo che potrà essere raggiunto solo penalizzando economicamente lo smaltimento in discarica". "C'é ancora molto lavoro da fare ma l'obiettivo che la Puglia vuole raggiungere - ha ammesso l'assessore pugliese all'ambiente, Lorenzo Nicastro - è l'autosostenibilità del sistema regionale di gestione dei rifiuti".

Per il presidente di Legambiente Puglia, Francesco Tarantini, "in Puglia continua la dittatura delle discariche anche se il numero dei Comuni che sta ottenendo risultati importanti nella raccolta differenzia è in crescita". "Oltre alla riconferma di Monteparano come unico 'Comune riciclone pugliese' ed alle buone performance dei Comuni dell'Ato Br2 (tutti premiati) - ha spiegato Tarantini - si sono raggiunti risultati importanti sulla raccolta differenziata (Rd) anche nei piccoli Comuni del Salento e in alcuni Comuni della Provincia di Foggia".

Tuttavia l'Rd è ferma a percentuali troppo basse rispetto agli obiettivi di legge e nei primi nove mesi del 2011 è cresciuta solo del 3 per cento, per non parlare del trend decisamente negativo per i capoluoghi di provincia. "In questo contesto - ha aggiunto Tarantini - occorre una svolta su alcune priorità quali il completamento degli impianti, a partire da quelli per il trattamento della frazione umida; la promozione del porta a porta; l'adeguamento dell'ecotassa ai limiti massimi previsti dalla L. n. 549/95; la definizione del percorso amministrativo e le competenze istituzionali per la riorganizzazione delle Ato su base provinciale; la predisposizione ed approvazione dell'aggiornamento del Piano regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani".

Il Comune di Monteparano (Taranto) si aggiudica il titolo di 'Comune Riciclone di Puglia' nella quarta edizione del rapporto regionale di Legambiente dedicato ai rifiuti ed allo stato delle raccolte differenziate. Il piccolo Comune di 2.390 abitanti, nel 2010 ha raggiunto la media del 75,8% di Rd, centrando l'obiettivo del 55% previsto per il 2010 dal piano regionale.

Ai Comuni di Anzano di Puglia (Foggia), San Michele Salentino e San Pancrazio Salentino (Brindisi) con una media di Rd rispettivamente del 58,8, 55,6 e 56,5 per cento è andato il premio di seconda categoria. Nella top ten dei grandi Comuni (sopra i 20.000 abitanti) il primo posto va a Ceglie Messapica (Brindisi) con il 42,5, seguito da Molfetta (Bari) con il 32,5 e Gioia del Colle (Bari) con il 24,7. Tra i capoluoghi di provincia, invece, Bari sale al primo posto con il 20%, seguita da Barletta con il 18,7 mentre al terzo posto c'é Trani con il 15,3. Brindisi è sesta, con un calo nel 2010 al 12,4 rispetto al 23,4 del 2009. Taranto si conferma fanalino di coda con l'8,6.

Ricevono il premio Start Up i comuni di Accadia (Fg), Apricena (Fg), Francavilla Fontana (Br) Rocchetta Sant’Antonio (Fg), Poggiorsini (Ba) e Troia (Fg) per aver avviato nel periodo agosto 2010 - agosto/settembre 2011 un nuovo sistema di raccolta differenziata che ha permesso di raggiungere in pochi mesi percentuali importanti.

Infatti, ad Accadia si è passati dal 13,2% di agosto 2010 al 60,0% di settembre 2011, ad Apricena dal 19,5% di agosto 2010 al 66,2% di settembre 2011, a Francavilla Fontana dal 6,3 di agosto 2010 al 45,3 di settembre 2011, a Rocchetta Sant’Antonio dal 4,2 di agosto 2010 al 51,7 di agosto 2011, a Poggiorsini dall’11,7 di agosto 2010 al 51,4 di agosto 2011, a Troia dal 24,5 di agosto 2010 al 70,2 di settembre 2011.

Circolo Gaia Legambiente: “Siamo al penultimo nei capoluoghi di regione con il 9% di Raccolta Differenziata e nella classifica generale su 258 comuni siamo al 186° posto, precedendo solo alcuni comuni della nostra provincia, quali: Poggio Imperiale ( 9%),Orta Nova (8,8 %), Stornara (8,8 %),Lesina (7,6%)Cerignola ( 7,4%), Biccari ,( 6,9%) Torremaggiore ( 6,8%), Deliceto ( 6,4%), Carpino(6,4%), Volturara Appula (6,3%), Castelluccio dei Sauri ( 6,0%), Castelluccio Valmaggiore ( 5,8%), San Nicandro Garganico ( 5,2%), Casalvecchio ( 4,8%), Motta Montecorvino (3,2%), Volturino ( 2,5%), S.Agata di Puglia ( 1,4%),mentre per i comuni di Cagnano Varano, Celle di San Vito, Faeto, San Marco La Catola e Zappaneta non vi sono dati disponibili."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento