I faggi della Foresta Umbra candidati a Patrimonio Naturale dell’Umanità

Per la qualità del clima ci sono faggi che riescono a vivere fino a 300 anni quando l’età media di quest’albero di solito non supera la soglia dei 200

Le faggete vetuste della Foresta Umbra rientrano tra i quattro siti italiani candidati a Patrimonio Naturale dell’Umanità, secondo i criteri fissati dall’Unesco. La notizia, è stata ufficializzata  nel giorno della ‘Festa Nazionale degli alberi’ istituita dal Ministero dell’Ambiente. “Abbiamo atteso la giornata più indicata per la tutela della biodiversità e il rispetto delle specie arboree per annunciare una candidatura che potrebbe dare altro lustro al nostro Gargano già premiato dall’Unesco grazie al Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo” ha spiegato il presidente del Parco Nazionale del Gargano Stefano Pecorella.

Per studiare la longevità del faggio in quella che la prestigiosa rivista National Geographic ha inserito tra le cinque foreste più belle al mondo, il Parco del Gargano ha siglato una convenzione con  il Dipartimento di Scienze e Tecnologie per l’Agricoltura, le Foreste, la Natura e l’Energia (DAFNE) dell’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo.  Le ricerche, tutt’ora in corso, hanno dimostrato che per la qualità del clima in Foresta Umbra ci sono faggi che riescono a vivere fino a 300 anni quando l’età media di quest’albero di solito non supera la soglia dei 200.

Prosegue e conclude Pecorella: “La festa dell’albero offre anche l’opportunità di promuovere la conoscenza dell’ecosistema boschivo, ecco perché ci tengo a dire che in base ad un recente studio da noi commissionato, nel territorio del Parco si è assistito ad un vero ritorno del bosco, dato che dai 40mila ettari  registrati nella metà degli anni ’80 si è passati agli oltre 60mila di oggi. Ma il bosco è tornato anche nell’immaginario collettivo, grazie alle recenti produzioni cinematografiche e televisive che hanno scelto la Foresta Umbra quale set naturalistico privilegiato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento