Manfredonia s’illumina di meno spegnendo le luci del Castello

Venerdì 19 febbraio è la giornata dedicata al risparmio energetico. Villa comunale e castello svevoangioino al buio per un’ora

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Torna anche quest’anno l’appuntamento con ‘M’illumino di meno’, la campagna di informazione e sensibilizzazione sul risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica di Radio2 ‘Caterpillar’, giunta alla sua dodicesima edizione. Ed anche quest’anno la Città di Manfredonia ha aderito perché, come spiega il sindaco Riccardi, “Restiamo convinti che anche un piccolo gesto, quale potrà essere il breve spegnimento dell’illuminazione pubblica, possa aumentare la consapevolezza dei cittadini sull’importanza di evitare sprechi di energia”.

Nata il 16 febbraio 2005 come un gioco per raccontare i paradossi dello spreco di energia, proponendo lo spegnimento simbolico di monumenti, case, vetrine e scuole in tutta Italia, è diventata negli anni una grande festa sulla razionalizzazione dei consumi, in tutte le declinazioni.

L’iniziativa si avvale dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, dell’alto patrocinio del Parlamento europeo, del patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, dell’adesione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Sono migliaia le adesioni in tutta Italia, da nord a sud e da est ad ovest del Paese, tra ‘spegnimenti’ collettivi, eventi e iniziative a tema, dalle fiaccolate mattutine a quelle notturne, dalle cene romantiche a lume di candela per arrivare alle biciclettate green.

Quest’anno, infatti, c’è un ulteriore invito rivolto a tutti: basare la propria adesione sulla mobilità sostenibile, promuovendo l’uso della bicicletta e di tutti i mezzi a basso impatto energetico come simbolo di pace e di rispetto per l’ambiente. Come di consueto, le istituzioni, le scuole, i commercianti e i privati cittadini potranno diventare, almeno per un giorno, ‘ambasciatori del risparmio energetico’ sperimentando nuovi modi di fare comunità a basso impatto energetico: ridurre gli sprechi, andare in bici, con i mezzi pubblici o a piedi, adottare il car sharing, fare la raccolta differenziata dei rifiuti e prestare attenzione allo spreco di cibo. L’invito è, quindi, quello di seguire il decalogo di “M’illumino di meno”, integrato quest’anno con ulteriori due consigli dell’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile), per conseguire migliori risultati di efficienza energetica.

Manfredonia spegnerà simbolicamente le luci del castello svevo-angioino e della villa comunale che lo circonda, domani 19 febbraio 2016, dalle ore 18 alle ore 19.00. In quegli stessi momenti, “chiediamo ai cittadini, alle associazioni e a tutti coloro che possono essere interessati di spegnere tutte le luci e tutti gli apparecchi elettrici: un gesto simbolico per richiamare l’attenzione su questo importante tema” dice il sindaco Angelo Riccardi. Contro lo spreco d’energia e per uno sviluppo più sostenibile, un nuovo modo di vivere la modernità, con un occhio ai consumi. E, alzando la testa, si vedrà qualche stella in più.

I più letti
Torna su
FoggiaToday è in caricamento