Masseria Giardino: la Flai Cgil critica il progetto dell’impianto fotovoltaico

Daniele Calamita: "Siamo favorevoli all'uso delle energie rinnovabili, ma crediamo che per le stesse vadano scelti terreni marginali. In quell'area si poteva puntare su coltivazioni remunerative e intensive"

Non si placa la polemica sull'approvazione della giunta Mongelli del progetto dell'impianto fotovoltaico di Masseria Giardino. Dopo l'infuocato consiglio comunale del 24 giugno, anche  la Flai Cgil di Capitanata esprime forti critiche sul progetto approvato dal comune di Foggia relativo all'impianto fotovoltaico sito nell’agro di Masseria Giardino. “Al di là del valore storico dell’immobile, che potrebbe essere recuperato e destinato a fini sociali – commenta Daniele Calamita, segretario generale della Federazione dei Lavoratori Agroalimentari – già in passato abbiamo denunciato il rischio che corre l’agricoltura dauna, colpita da una forte crisi e che trova molti proprietari disposti a fittare terreni coltivabili, spesso in maniera selvaggia, per far spazio a impianti eolici e fotovoltaici. Una continua erosione del patrimonio agrario che rischia di affondare un settore vitale per la nostra economia”.

Siamo favorevoli all’uso delle energie rinnovabili, ma crediamo che per le stesse vadano scelti terreni marginali – prosegue Calamita - Che a dare un cattivo esempio sia un’amministrazione pubblica, quella del comune capoluogo, trasformando aree fino ad oggi coltivabili in zone di fatto industriali non può che far aumentare la nostra preoccupazione sulle sorti di un settore che incide nella nostra provincia sulla formazione del Pil per il 6%”.

Quell’area l’amministrazione comunale avrebbe potuto destinarla a sperimentazioni di agricoltura sostenibile, magari tramite progetti pilota in una provincia dove il settore primario è ancora fortemente monoculturale. Si poteva puntare su coltivazioni remunerative e intensive. Si sceglie invece la strada dell’impianto industriale mortificando la vocazione di quel luogo e, come denunciato da altri, senza nemmeno avere il giusto e proporzionato tornaconto economico. Una svendita della storia e del territorio che non possiamo accettare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento