La differenziata a San Marco in Lamis sale ancora e supera il 52%

Sono molto incoraggianti i dati forniti dalla ditta Edilverde Srl all'uffcio ambiente. Si punta al 65% entro fine 2017 per ottenere il massimo dello sconto tariffario sull'EcoTassa

La raccolta differenziata a San Marco in Lamis, continua a salire: l'ultimo dato segna il 52%. “Secondo gli ultimi dati forniti dalla Ditta Edilverde Srl al nostro ufficio ambiente, tratti dai report mensili (formulari), la raccolta differenziata riferita al mese di aprile, ha raggiunto il 52 per cento, un dato confortante soprattutto se paragonato a quello dei mesi precedenti. Ringrazio principalmente gli Operatori che svolgono il servizio correttamente, i cittadini che effettuano la raccolta differenziata in maniera puntuale e il corpo di Polizia Municipale grazie alla Vostra collaborazione e perseveranza, stiamo ottenendo risultati straordinari. A tal proposito va evidenziato che San Marco non è più un fanalino di coda in questo settore” spiega l’assessore all’Ambiente e Igiene Urbana Angelo Ianzano.

Questo incremento di percentuale di R.D.  lascia presupporre – secondo proiezioni fatte da parte di esperti della ditta Edilverde Srl – la possibilità che, entro la fine dell’anno in corso, sia raggiungibile quel 65% di R.D. che garantirà lo sconto tariffario massimo, della cosiddetta EcoTassa (tributo speciale per il conferimento in discarica) passando dall’attuale costo di 25,82 euro/tonnellata a 5,17 euro/tonnellata. In altre parole, il tutto si tradurrà nella riduzione dei costi del servizio e conseguentemente, la possibilità di rivisitazione della tassa sui rifiuti. L’Amministrazione Comunale insieme alla Edilverde Srl continuerà su questa strada per apportare migliorie al servizio, e introdurre attività volte al controllo che vanno dalla verifica della qualità dei materiali differenziati alla collocazione sul territorio di dispositivi fissi e mobili di rilevazioni delle infrazioni mediante telecamere ( foto trappole) collegate ad apparati di registrazione sotto il controllo dei Vigili Urbani allo scopo di contrastare e reprimere il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

Soddisfatto anche il sindaco Michele Merla: “E’ un segnale incoraggiante che dovrà essere migliorato progressivamente, mese per mese, un dato che va oltre le aspettative, programmate per il primo periodo di Star Up, che dovrebbe aiutare Noi tutti, ad essere meno pessimisti e più incentivati a fare la differenziata. Il nuovo metodo di conferimento “Porta a Porta”, col nuovo calendario illustrativo, è al momento risultato positivo per quanto concerne la diminuzione dei rifiuti indifferenziati (SECCO RESIDUO), e l’aumento delle quantità della frazione UMIDO/ORGANICO. Mi associo ai ringraziamenti dell’assessore Ianzano verso gli Operatori ecologici e i Cittadini, questa è la strada giusta per abbassare i costi di smaltimento e aumentare il livello di controllo sul territorio introducendo un’attività di contrasto capillare contro lo sversamento illegale di rifiuti e contro il comportamento non idoneo, da parte di cittadini non ricicloni. E’ stata adottata a mia firma, sotto indicazione e programmazione di un tavolo tecnico, la nuova ordinanza  n° 30  del 21 aprile 2017 riguardante: nuove norme per la disciplina per il conferimento e per la gestione dei rifiuti solidi urbani e raccolta differenziata utenze domestiche e non domestiche, consultabile sul sito istituzionale del comune”.  

Dichiara l’assessore Angelo Ianzano: “Questo atto sindacale è indispensabile, se vogliamo davvero raggiungere obiettivi più ambiziosi. Inoltre, le considerazioni che scaturiscono dai dati sono, innanzitutto, che la strada intrapresa dal Comune di San Marco in Lamis e dalla ditta Edilverde Srl, nella programmazione del servizio è da proseguire. Al fine di aumentare la percentuale di materiale differenziato della raccolta porta a porta, si agirà migliorando le azioni di sensibilizzazione alla raccolta differenziata dei cittadini attraverso incontri supportati da campagne informative. A tal proposito si intende programmare giornate a tema, alla presenza di esperti di settore, coinvolgendo i consorzi nazionali quali: Corepla, Comieco, Coreve, Conai, ecc.“

E conclude: "Il tutto sarà mirato a far capire ai cittadini l’importanza di ridurre la quota di rifiuti indifferenziati, attraverso una più corretta selezione degli stessi. Quest’altra cifra positiva testimonia che la differenziata si può fare grazie al contributo dei Cittadini. “Bisogna però lavorare ancora per eliminare quelle sacche di resistenza al cambiamento”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora assalto a portavalori sulla A14: paura tra gli automobilisti e traffico bloccato verso Canosa

  • Coronavirus, risalita vertiginosa dei contagi: 26 nuovi casi in Puglia (9 nel Foggiano)

  • Coronavirus, 16 nuovi casi in Puglia (3 nel Foggiano): Cerignola diventa zona rossa

  • Dal Lussemburgo alla Puglia per le ferie: 6 turisti positivi al Covid-19, erano partiti senza attendere i risultati del test

  • Emergenza Covid, ordinanza della Regione: obbligo di mascherina su spazi all'aperto, discoteche e locali

  • "Dammi i soldi o ti squarcio la macchina". Poliziotti-turisti smascherano parcheggiatore abusivo: arrestato per tentata estorsione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento