Quando il volto di Padre Pio appare su una banconota

Il progetto provocatorio dell'artista Giorgetti che getta un ponte tra il mondo globale della finanza e della modernità, con quello tradizionale e personale della preghiera.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

E' accaduto a Pietrelcina, ma questa volta non si tratta di un miracolo bensì del nuovo progetto d'arte dell'astrattista Alessandro Giorgetti. L'artista ha creato e coniato una banconota con il volto di Padre Pio.

Il nuovo progetto, che si scosta dalla solita arte pittorica dell'artista, composto da 36 pezzi unici s'intitola 1000 Preghiere Per Noi. Due delle 36 copie originali della banconota con il volto di Padre Pio, che ricordano le amate 1000 lire ma che come moneta di scambio hanno la preghiera, sono state donate al Museo di Pietrelcina e all'associazione Onlus Una Voce Per Padre Pio.La consegna delle due banconote è avvenuta alla conferenza stampa della trasmissione televisiva "Una Voce Per Padre Pio" che si terrà in diretta su Rai Uno Sabato 27 Giugno 2015.

L'artista Giorgetti (devoto da sempre a Padre Pio) presente alla conferenza non ha esitato a lanciare una provocazione apprezzata dal sindaco e dai cittadini del luogo, sull'accanimento che gli abitanti di San Giovanni Rotondo hanno sui visitatori visti come obbiettivo di introito, diverso invece a Pietrelcina dove si sente ancora l'anima pura di Padre Pio. La sua produzione è un'interminabile evoluzione di progetti e collezioni soprattutto mirate a coinvolgere il collezionista. Già dal 2009 ha iniziato a lavorare con collezioni che hanno fatto da ponte tra il mondo "social" della attuale modernità e quello "religioso" dei valori di un tempo. Tra le collezioni "teologiche" vale la pena citare Crusis Web.

Con questo ulteriore progetto dedicato a Padre Pio l'artista, oltre ad essere entrato nella storia del Santo di Pietrelcina, si inserisce nella tradizione pop iniziata da Andy Warhol, con i suoi 2-dollars bills firmati; tuttavia Alessandro Giorgetti ancora una volta, in modo provocatorio, getta un ponte tra il mondo globale della finanza e della modernità, con quello tradizionale e personale della preghiera. Di cosa abbiamo realmente bisogno? Questa è la domanda che sembra chiedere l'Artista contemporaneo al suo collezionista. Intanto dopo la notizia le banconote rimaste hanno "subìto" un'elevata impennata di valore economico e da alcuni giorni sono richiestissime soprattutto dai paesi dell'Est.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento