Giornata zone umide: due giorni di visite all’Oasi Lago Salso

Martedì 2 febbraio si celebra la Giornata Mondiale delle Zone Umide, ricorrenza della data di sottoscrizione della Convenzione di Ramsar (2 febbraio 1971) che ha sancito la tutela, a livello mondiale, di queste aree particolarmente importanti per la conservazione della biodiversità sul Pianeta, ma allo stesso tempo fragili e delicate.

Il Parco Nazionale del Gargano si fregia di accogliere una delle zone umide più importanti dell'Italia meridionale: l’Oasi Lago Salso. Ecco perché per l’occasione ha deciso di organizzare visite guidate gratuite nel week-end del 6 e 7 febbraio.

 “La ricorrenza di oggi - spiega il presidente del Parco del Gargano Stefano Pecorella - ci offre la possibilità di far conoscere la nostra Oasi, un sito di valenza internazionale, dove si assiste allo svernamento e alla nidificazione di specie di uccelli che migrano da tutte le parti del Mediterraneo. Da pochi mesi siamo anche gestori di questo importantissimo sito che vogliamo diventi un polo strategico e all’avanguardia per la tutela faunistico-ambientale ed un propulsore per l’economia e l’occupazione turistica”.

L’Oasi Lago Salso si estense su 1000 ettari, tra specchi d'acqua, folti canneti e pascoli. E’ situata nel Comune di Manfredonia e rientra, oltre che nel Parco nazionale del Gargano, in un'area più vasta (Sito di Importanza Comunitaria - SIC e Zona di Protezione Speciale - ZPS) molto importante dal punto di vista naturalistico ai sensi della legislazione europea.

Nel corso degli anni i ricercatori dell'Oasi hanno osservato 242 specie di uccelli, delle quali almeno 60 nidificanti. Spiccano le anatre (presenti a centinaia di esemplari) alcuni rapaci come il falco pellegrino, il falco di palude e il falco pescatore. Spettacolare è in primavera l'arrivo dei falchi cuculo e dei grillai che investono tutta l’area posta ai piedi del Gargano. Sono inoltre visibili tutte le specie di aironi europei e, da marzo ad agosto, le cicogne bianche che nell’Oasi nidificano con il nucleo più importante dell’Italia centro-meridionale. L’estate è anche la stagione degli anfibi. Tra queste la rana verde ed altri rettili, non esclusi serpenti, lucertole, ramarri e anche la rara testuggine palustre.

Abbiamo deciso di aprire l’Oasi nel fine-settimana conclude Pecorella - per consentire, soprattutto alle famiglie, di fruire della bellezza di questo luogo e di trascorrere una giornata a diretto contatto con queste straordinarie meraviglie della Natura”. 

Le visite guidate si potranno effettuare gratuitamente sabato 6 e domenica 7 dalle 9.00 alle 16.00.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

  • Ritornano le giornate Fai d'autunno: due weekend dedicati alla fondatrice Gilia Maria Crespi

    • dal 17 al 25 ottobre 2020

I più visti

  • 'Movimento', le opere di Giorgio e Silvia Rastelli al Mat di San Severo

    • dal 24 luglio al 24 ottobre 2020
    • MAT Museo dell’Alto Tavoliere
  • Relax, giochi e buon cibo. Arrivano i Trawell-Weekend: due mesi di visite guidate esperienziali in Capitanata

    • dal 17 ottobre al 28 novembre 2020
    • Lucera - Cagnano Varano - Foggia - San Severo - Bovino - Candela - Stornara -
  • Ritornano le giornate Fai d'autunno: due weekend dedicati alla fondatrice Gilia Maria Crespi

    • dal 17 al 25 ottobre 2020
  • Terre e sole, il Mediterraneo Food Festival

    • dal 18 al 20 ottobre 2020
    • Ente Fiera di Foggia
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    FoggiaToday è in caricamento