Le nuove sfide del villaggio Don Bosco

In un’era cui la tecnologia fa da padrona, in un’era ove i ricordi vanno pian piano svanendo, i ragazzi del Servizio Civile hanno ben pensato di lasciare un segno del loro passaggio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Nonostante il lockdown, nonostante la difficoltà nell’essere vicini fisicamente, causa Covid-19, i ragazzi del servizio civile del villaggio Don Bosco, si sono rimboccati le maniche e si sono fatti sentire, hanno fatto sì che la lontananza non fosse motivo di rinuncia.

Il villaggio Don Bosco, ubicato in provincia di Foggia, è una struttura che ospita minori provenienti da varie situazioni di disagio. L’impegno e la voglia di star vicino ai ragazzi hanno portato a ingegnare un metodo per poter contribuire attivamente anche da remoto.

Tanti laboratori, tanti progetti sono stati realizzati, ma uno di questi, se non il più utile, è proprio la piattaforma virtuale dedicata ad ogni singolo ragazzo.

In un’era cui la tecnologia fa da padrona, in un’era ove i ricordi vanno pian piano svanendo, i ragazzi del Servizio Civile hanno ben pensato di lasciare un segno del loro passaggio.

Una piattaforma creata appositamente per questi giovani ragazzi permetterà con foto e video accuratamente selezionati, catalogati e nominati, di rivivere episodi di spensieratezza e di unione tra il S.C.U. 2019/2020 e i ragazzi della struttura dando la possibilità di accedervi quando si ha più voglia, anche magari per tornare a sorridere in momenti non proprio gioiosi.

Alessandro Martucci volontario del progetto 'Abitare le relazioni' presso il villaggio Don Bosco di Foggia.

I più letti
Torna su
FoggiaToday è in caricamento