menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Gargano che balla conquista i turisti: in 5mila ai piedi del Pizzomunno per la "Serenata alla tarantella"

Di tutte le età, ma soprattutto giovani, coloro che hanno partecipato alla terza edizione del concertone-omaggio alla tarantella garganica andato in scena a Vieste, avente l'obiettivo di valorizzare l'identità Gargano

Un successo sperato. Oltre 5mila persone - di tutte le età, ma soprattutto giovani del territorio e non - hanno partecipato alla terza edizione della ‘Serenata alla tarantella’, il concertone-omaggio alla tarantella garganica e, per il suo tramite, alla cultura e alle tradizioni dello Sperone di Puglia. Lo spettacolo è andato in scena lo scorso 23 agosto, ai piedi del Pizzomunno, il monolite simbolo della città di Vieste, al ritmo battente e travolgente delle melodie della ‘Montagna del Sole’. Un pubblico vasto ed eterogeneo ha riempito la spiaggia, e si è lasciato coccolare nel ‘Villaggio Sponsor’ allestito sul lungomare ‘Mattei’ grazie alla collaborazione offerta da Ferrovie del Gargano, Cantine ‘Le Grotte’, Gargano e Daunia e Parco Nazionale del Gargano, con il birrificio artigianale foggiano ‘Rebeers’.

Ad alternarsi, sul grande palco installato sulla spiaggia - una piattaforma 14x14, con led wall e ring alto 6 metri - gruppi e musicisti che meglio interpretano la tradizione musicale garganica: i Terranima di Manfredonia, Rione Junno (con il progetto ‘voci dal rione’) e Li Sammecalere di Monte Sant'Angelo, Aria Sonora e Audio Folk di San Nicandro Garganico, La Vesteséne di Vieste e Roberta Palumbo. “Hanno partecipato in tantissimi, provenienti da tutta la provincia e da fuori regione”, sottolineano gli organizzatori. “La presenza massiccia dei turisti presenti a Vieste e negli altri comuni del Gargano porterà l’esperienza della ‘Serenata alla Tarantella’ in giro per l’Italia. Un evento ormai consolidato, che punta a diventare un ‘marchio di fabbrica’ del nostro Gargano, seguendo quella scia di tamburelli che unisce idealmente il nord e il sud della Puglia”, puntualizzano il presidente dell’associazione culturale ‘Serenata alla tarantella’ Saverio Cota e la direttrice artistica Carmen De Ronzo. Entusiasta della passione degli organizzatori e della qualità artistica della manifestazione, Mimmo Cavallaro, ospite d’onore della rassegna, musicista e ricercatore tra i massimi esponenti e conoscitori della ‘cugina’ tarantella calabrese. Scoppiettante e coinvolgente, invece, la ‘sorpresa’ riservata al pubblico: la presenza di Santino Caravella(comico dauno del programma Rai ‘Made in Sud’ e autore dei tormentoni musicali estivi Piglia la Puglia e Vieni nella Daunia) si è rivelata un autentico spot per il territorio di Capitanata, da amare, apprezzare e valorizzare.

Identità gargano: obiettivo condiviso dall’associazione che ha organizzato la terza edizione della ‘Serenata alla tarantella’ (ed al lavoro già per la prossima) avvalendosi della collaborazione della Lucky Agenzia, quality partner“Vogliamo difendere, valorizzare e promuovere la cultura popolare garganica. Contribuire a rafforzare l’immagine e l’identità culturale di questo angolo di Puglia attraverso una delle sue espressioni più veraci: Vieste, e con essa il Gargano, sono il cuore pulsante del movimento culturale legato alla musica popolare ed al folclore”, conclude Saverio Cota. A questa ‘ricchezza’ culturale e territoriale è ispirata la composizione ‘Serenata alla Tarantella’ del Maestro fisarmonicista Giovanni Delle Fave, che lo stesso ha voluto presentare in anteprima sul palco di Vieste: un brano di 15 minuti nato dal connubio tra classico e tradizionale, che condensa la potenza, la forza trascinante ed il potere aggregante della tarantella garganica. Insieme al M° Delle Fave, musicisti di caratura nazionale e internazionale, ma anche i suoi allievi: giovani e promettenti fisarmonicisti e i corsisti di tamburello guidati da Michele Bisceglia. La ‘Serenata alla tarantella’ è stata organizzata con il sostegno di numerose attività e imprenditori viestani e del Gruppo Ferrovie del Gargano (main sponsor). L’evento è stato inserito dal Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) nel calendario italiano dell'anno europeo e gode del patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Vieste, del Parco Nazionale del Gargano, dell’UFI – Unione Folclorica Italiana e di Garganoismore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento