Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foggia non dimentica le 67 vittime del crollo di viale Giotto: "Il ricordo quest'anno rappresenti il simbolo della rinascita"

Sono passati 21 anni da quella tragica notte, in cui Foggia perse 67 concittadini. Una ferita ancora aperta come 21 anni fa.

 

Anche se con una cerimonia sobria e ristretta, questo pomeriggio alle 17.30, il sindaco di Foggia, Franco Landella, ha deposto una corona nel Giardino della memoria in ricordo della tragedia di viale Giotto, costata la vita a 67 cittadini foggiani l’11 novembre del 1999, quando la palazzina del civico 120 si sgretolò in meno di un minuto in piena notte. Il programma, ridotto a causa della pandemia in corso, prevede per domani alle 10 la deposizione di una corona nel sacrario Vittime di viale Giotto situato all’interno del cimitero cittadino.

Viale Giotto 31 anni dopo. Il commento di Landella

“L’emergenza da Covid-19 non scalfisce il ricordo della più grande tragedia che ha subito Foggia dal secondo dopoguerra. Un legame che si rinnova ogni anno per una città che venne ferita nell’animo da un evento disastroso, ma che al contempo mostrò il cuore generoso di tanti nostri concittadini che si prodigarono nell’affannosa e disperata ricerca di persone sepolte sotto le macerie. Per giorni interi e senza sosta Vigili del fuoco, forze di polizia e numerosi volontari scavarono con l’ausilio di mezzi e pale ma anche a mani nude, incuranti della fatica e della stanchezza. In quella tragica notte vennero spazzati via i sogni e le speranze di molti ragazzi, la gioia di vivere di tanti figli e genitori che non hanno potuto più riabbracciare i propri cari. Passano gli anni ma Angela, Lorenzo, Antonio, Maria, Daniela, Anna Milena, Maria Assunta, Fernando, Rocco, Francesca, Valentina, Paolo, Maria Rosaria, Maria Giovanna, Palmina, Raffaele, Michele, Assunta, Mattia, Matteo, Raffaele, Antonio, Addolorata, Aldo, Savino, Giovina, Domenico, Luigi, Maria, Aldo, Michele, Marianna, Addolorata, Walter, Vincenzo, Nina, Michele, Norina, Antonio, Lucia, Piersilvio, Daniele, Savino, Maria, Pasquale, Roberto, Margherita, Maria, Giovanni, Leonardo, Maria, Dario, Sabrina, Luciana, Pino, Michela, Pasquale, Alfredo, Matteo, Pasquina, Marilina, Michele, Antonio, Francesco, Valentina, Concetta e Luisa resteranno sempre nel ricordo dei loro cari e dell’intera comunità foggiana”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento