Un albero per ogni nuovo nato: l'iniziativa che coniuga l'omaggio alle famiglie all'impegno ambientale

Grande successo manifestazione evento " un albero per ogni nuovo nato a S.Paolo di Civitate

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

SAN PAOLO DI CIVITATE “UN ALBERO PER OGNI NUOVO NATO”: UN’INIZIATIVA CHE CONIUGA L’OMAGGIO ALLE FAMIGLIE PER LA NASCITA DI UN BAMBINO ALL’IMPEGNO AMBIENTALE Continua a San Paolo di Civitate, dopo il successo dei fuochi di San Giuseppe, la festa della primavera, con la realizzazione della prima tappa del progetto “Un albero per ogni nuovo nato” che prevede la messa a dimora di tanti alberi quanti sono i bambini nati nel comune sanpaolese nell’anno 2018. Una delle tante iniziative in cantiere nell’ambito della programmazione delle politiche ambientali, che il Comune di San Paolo di Civitate intende attuare per la promozione e la tutela del territorio, lo sviluppo di aree verdi urbane ed extraurbane e per la sensibilizzazione ambientale. Domenica 31 marzo 2019, si è svolta quest’ importante iniziativa, fortemente voluta da tutta l’Amministrazione Comunale, in primis dall’Assessore all’Ambiente Alessandrino Ofelia e dal Sindaco Francesco Marino: 45 alberi di leccio sono stati messi a dimora in località 167, tra Via Roma e Via Ungaretti. Ognuno di essi porta il nome di ciascun bambino, che insieme ai genitori ed all’aiuto dei ragazzi dell’associazione Scout di San Paolo di Civitate, hanno fisicamente messo a dimora le piantine che, quindi, rappresentano simbolicamente la nuova generazione ed il futuro di un paese. La solennità della cerimonia è stata sancita dall’alza bandiera e dall’inno degli Scout e d’Italia. Ad ogni famiglia l’Amministrazione Comunale ha consegnato un attestato di partecipazione in ricordo di questa giornata ed un bracciale di cuoio preparato dai ragazzi scout. “Con questa iniziativa, dice l’Assessore Alessandrino, l’amministrazione comunale vuole coniugare l’omaggio alle famiglie per la nascita di un nuovo bambino, all’impegno ambientale, mediante un’azione concreta finalizzata allo sviluppo di nuove aree verdi urbane ed alla sensibilizzazione ed al rispetto della natura”. “Questo progetto, continua l’Assessore, si inserisce perfettamente nello scenario sociale ed ambientale e nel particolare momento storico che stiamo vivendo: qualche settimana fa, abbiamo assistito al Global Strike for Future, un’ iniziativa lanciata dalla ormai nota ragazzina svedese Greta Thunberg, che ha spinto migliaia di ragazzi di tutto il mondo a scendere in piazza per far sentire la loro voce, chiedendo ai capi di stato e di governo un aiuto concreto ed immediato contro i cambiamenti climatici che stanno alterando l’ecosistema terrestre”. “Il messaggio che si vuole trasferire, dice il sindaco Francesco Marino, è molto semplice ma ricco di significato: impariamo ad amare e a prenderci cura dell’ambiente, delle bellezze naturali e della cosa pubblica proprio come i genitori fanno con i lori figli, impariamo a rispettare questi doni che spesso diamo per scontato ma che rappresentano l’essenza della vita.” Un ringraziamento particolare alle associazioni ed a tutti coloro che hanno messo a disposizione il loro tempo ed la loro professionalità per la realizzazione e la buona riuscita di questo evento: un grazie particolare alle famiglie dei bambini che hanno accolto il nostro invito ed a tutti i partecipanti, all’Associazione Santa Cecilia per averci deliziato con un gustoso aperitivo, alle bravissime ragazze cheerleader per l’allegria dei loro spettacoli, all’associazione degli Scout di San Paolo di Civitate per la loro emozionante partecipazione, al Motoclub 71zero10 SPC per la loro presenza e per gli strumenti forniti, ancora un grazie alla Proloco Civitas, ed alla GEPA Coordinamento Provinciale Foggia, all’ Architetto Antonio De Cristofaro, alla Desaleo ed a Radio Athena Beat per la loro disponibilità e per le riprese, utile strumento di comunicazione e di informazione. San Paolo Civitate li 03 marzo 2019 francesco marino

Torna su
FoggiaToday è in caricamento