Si riapre il set di "Ultima Fermata": ciak si gira a Rocchetta e Cerignola

Da domani mattina il regista Giambattista Assanti riprende a girare le scene di esterni del lungometraggio che racconta della dismissione della tratta ferroviaria Avellino-Roccehtta Sant'Antonio

Giambattista Assanti sul set di Rocchetta

La carovana di “Ultima fermata” torna a Rocchetta Sant’Antonio dove, da domani mattina fino al prossimo 5 ottobre, verranno girate altre scene del film scritto e diretto da Gianbattista Assanti che racconta la dismissione della tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta Sant'Antonio. Le riprese in interni, già avviate lo scorso inverno sempre a Rocchetta, piccolo comune dei Monti Dauni, hanno visto protagonista una intensa e affascinante Claudia Cardinale insieme a Sergio Assisi e Francesca Tasini.

Gli esterni del film, invece, si svolgeranno sempre in Puglia (tra Cerignola, Corato e Rocchetta Sant'Antonio) mentre successivamente si sposteranno in Irpinia (Avellino, l'Abbazia del Goleto, la tenuta del Cav Pepe e Montefalcione, quest'ultimo paese testimone di una fermata della tratta ferroviaria, protagonista del film). In conclusione delle riprese l'ultimo ciak si svolgerà a Parigi.

Ruolo centrale gioca Rocchetta con i suoi vicoli, il suo elegante centro storico e l'ormai poetica stazione ferroviaria, polverosa e ferma agli anni delle migrazioni verso il nord. A bordo di una vespa o con una vecchia bicicletta gli attori racconteranno questo film incorniciandolo con panorami e sfumature dei paesaggi della Daunia che mai come in questo periodo sono alla ricerca di essere riscoperti e valorizzati.

Tra i protagonisti del lungometraggio Luca Lionello, nel ruolo di Rocco Capossela accanto alla bella e solare Francesca Tasini mentre Nicola Di Pinto (tra gli attori preferiti di Tornatore) darà il volto a Domenico Capossela, il leggendario capotreno della storia del film. Tra i numerosi cammei, da segnalare Salvatore Misticone (il divertente postamat di "Benvenuti al sud"), Pietro Ciciriello, Giovanni Mancini e Francesco Dainotti. Prodotto dalla Atalante Film, "Ultima fermata" dovrà essere pronto per la distribuzione il prossimo febbraio, in cerca di una importante vetrina europea per raccontare a un pubblico internazionale una grande storia del sud.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento