Tutto pronto per l’XI edizione di Musica Civica: dal 7 gennaio gli abbonamenti

Il 7 gennaio, presso il botteghino del Teatro “Umberto Giordano”, gli abbonati 2019 potranno esercitare il proprio diritto di prelazione. Dall’8 al 12 gennaio vendite aperte ai nuovi abbonati. Attiva la Carta del Docente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Torna la rassegna “Musica Civica – conversazioni tra suoni e parole” con otto appuntamenti straordinari dal 12 gennaio al 19 aprile 2020.

Il 7 gennaio, presso il botteghino del Teatro “Umberto Giordano”, gli abbonati 2019 potranno esercitare il proprio diritto di prelazione. Dall’8 al 12 gennaio vendite aperte ai nuovi abbonati. Attiva la Carta del Docente.

È giunta alla sua undicesima edizione Musica Civica; oltre due lustri di musica, teatro, danza, conversazioni, incontri, sempre all’insegna dell’innovazione, dello stupore, della sperimentazione.
Le otto domeniche di Musica Civica 2020 (12 e 19 gennaio, 2 e 16 febbraio, 1, 15, 29 marzo e 19 aprile) ospiteranno sul palco del Teatro “Umberto Giordano” di Foggia grandi artisti, orchestre e intellettuali italiani e non solo, come il gradissimo tenore Fabio Armiliato, il giornalista Ezio Mauro, la storica Eva Cantarella, l’Orchestra della Magna Grecia guidata da Roberto Molinelli, la giornalista e scrittrice Loredana Lipperini, il comicissimo e super virtuosistico Duo Baldo, l’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari, i violinisti Oleksandr Semchuk e Ksenia Milas, il professore foggiano noto in tutto il mondo Giuseppe Querques, il Trio Hopper, l’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento – OLES, il pianista Alessandro Deljavan, l’Orchestra del Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia, il grande allenatore Mauro Berruto, i tangeros Los Guardiola e tanti altri.
Molti gli eventi e gli appuntamenti tematici, come l’omaggio a Vittorio Fabbrini, i concerti per le celebrazioni beethoveniane nel duecentocinquantesimo della nascita, dove spicca l’esecuzione della grandiosa Nona Sinfonia “Corale” diretta da Linus Lerner, con oltre 200 persone sul palco e la presenza di ben tre cori della Capitanata (Corale Murialdo, Cappella Musicale Iconavetere, Corale Santa Cecilia).
La campagna abbonamenti si svolgerà dal 7 al 12 gennaio 2020, presso il botteghino del Teatro “Umberto Giordano” di Foggia, con le seguenti modalità:

• Martedì 7 gennaio dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 vendita dedicata esclusivamente agli abbonati della stagione 2019 muniti del relativo talloncino (l’esibizione del talloncino garantirà il diritto di prelazione a valere sullo stesso posto);
• Mercoledì 8 gennaio dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30; Giovedì 9 gennaio alle 15.30 alle 18.30; Venerdì 10 gennaio dalle 9.30 alle 12.30; Domenica 12 gennaio dalle 16.00 alle 17.30 vendita dedicata ai nuovi abbonati fino ad esaurimento posti.

Novità 2020: sarà possibile acquistare l’abbonamento utilizzando la Carta del Docente, secondo le modalità previste.

Anni di intenso lavoro, durante i quali Musica Civica ha contribuito alla promozione sociale della nostra terra, implementando e rinnovando l’offerta artistica e culturale della città; undici anni di ricerca per portare a Foggia i grandi nomi del concertismo internazionale e i grandi intellettuali italiani; undici anni per riflettere sui temi della contemporaneità, per ascoltare musica e godere di spettacoli sempre nuovi e imprevedibili.
“Musica Civica è un’occasione concreta per unire intorno ad un progetto tanti soggetti pubblici e privati – dichiara Gianna Fratta, direttrice artistica –, che credono nella novità di questa rassegna multidisciplinare e della sua capacità di proporre un modo di fare spettacolo dal vivo completamente nuovo. Soggetti che si sono spesi per sostenere una rassegna coraggiosa e sempre pronta a sfidare e superare le regole del concerto classicamente inteso, proponendo spettacoli unici, pensati e prodotti con cura secondo modelli creativi e innovativi. Musica Civica ha saputo usare tecnologie nuove e linguaggi moderni, ha fatto della multidisciplinarietà la sua cifra stilistica, ha arricchito l’offerta culturale, favorendo la creazione di nuovo pubblico, ha saputo rispondere con la cultura e con l’arte ai bisogni sociali, etici, civili e umani della Capitanata”.
Vi aspettiamo in tanti, come sempre, al botteghino del Teatro “U. Giordano” a partire dal 7 gennaio. Buona Musica Civica a tutti!

 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento